Collegio di Napoli, 20 ottobre 2010, n.1129

Collegio di Napoli, 20 ottobre 2010, n.1129

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Contratti bancari in generale, Spese e commissioni, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 20 ottobre 2010, n.1129
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 26 ottobre 2010, n.1176

Collegio di Milano, 26 ottobre 2010, n.1176

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Consegna di copia della documentazione
  • Parole chiave: Art. 119 TUB, Diritto di ottenere copia della documentazione, Successione nei contratti, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 26 ottobre 2010, n.1176
  • Scarica testo in pdf

 

Il diritto in capo al cliente di ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine e comunque non oltre novanta giorni, copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni, sancito dall’art. 119 del D. Lgs. 1.9.1993, n. 385, opera anche nel caso in cui nel rapporto originario con il cliente sia subentrato, a seguito di fusione per incorporazione, un nuovo soggetto intermediario.

Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1084

Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1084

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrale d’Allarme Interbancaria (CAI)
  • Parole chiave: Archivio Centrale d'allarme interbancaria, Carta di credito, Segnalazione, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1084
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1028

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1028

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela, Mutuo fondiario, Mutuo / Rate e interessi
  • Parole chiave: Ammortamento, Fondiario, Indicazioni utili a favorire i rapporti fra intermediari e clientela, Metodo di ricalcolo applicato, Mutuo, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1028
  • Scarica testo in pdf

 

Al fine favorire i rapporti con la clientela, l'intermediario deve fornire un'adeguata informazione, all’atto della stipulazione del contratto, circa il metodo di ricalcolo del piano di ammortamento adottato, eventualmente esemplificando il metodo di ricalcolo del piano di ammortamento al variare del tasso di interesse.

Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001

Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Cambiali, Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela
  • Parole chiave: Cambiale, Indicazioni volte a favorire i rapporti fra intermediario e clientela, Protesto, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001
  • Scarica testo in pdf

 

Al fine di migliorare i rapporti fra intermediario e clientela, si evidenzia come le banche, nella prestazione del servizio di incasso e pagamento di effetti cambiari, devono comportino con il maggior grado possibile di trasparenza e di tempestività nei confronti del cliente-creditore cambiario, in modo che questi non debba impegnare tempo e fatica per conoscere quale esito abbiano avuto i suoi titoli (se siano rimasti o meno insoluti).

Collegio di Roma, 27 settembre 2010, n.984

Collegio di Roma, 27 settembre 2010, n.984

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela, Mutuo / Trasparenza
  • Parole chiave: Indicazioni volte a favorire le relazioni tra intermediari e clienti, Mutuo, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 27 settembre 2010, n.984
  • Scarica testo in pdf

 

Al fine di favorire le relazioni tra intermediari e clienti, si segnala come l’intermediario, in caso di contratto di mutuo a tasso variabile, dovrebbe offrire al cliente la possibilità di ottenere, a proprie spese, in concomitanza con l’invio degli avvisi di pagamento delle singole rate, l’esplicita e separata indicazione delle somme richieste a titolo di quota capitale, quota interessi e spese.

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.903

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.903

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione, Carte di credito / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Carte di credito, Ius variandi, Modalità di comunicazione, Spese e commissioni, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.903
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.901

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.901

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Consegna di copia della documentazione
  • Parole chiave: Art. 119 comma 4 TUB, Consegna documentazione, Contratti bancari in genere, Termine, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.901
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.883

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.883

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Consegna di copia della documentazione
  • Parole chiave: Contratti bancari in genere, Diritto di ottenere copia della documentazione, Limiti temporali, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.883
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 15 settembre 2010, n.934

Collegio di Milano, 15 settembre 2010, n.934

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Disciplina generale, Ius variandi (art. 118 TUB) / Disciplina generale
  • Parole chiave: Art. 118 TUB, Inapplicabilità, Indirizzo prevalente, Ius variandi, Mutuo, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 settembre 2010, n.934
  • Scarica testo in pdf

 

Syndicate content