WEBINAR / 18 aprile
Titolare effettivo delle persone giuridiche: i nuovi orientamenti FATF – GAFI
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 31/03

WEBINAR / 18 aprile
Titolare effettivo delle persone giuridiche: i nuovi orientamenti FATF – GAFI
www.dirittobancario.it
Flash News

Rapporto annuale UIF: preoccupazione per i reati legati al Covid-19

27 Giugno 2022
Di cosa si parla in questo articolo

Pubblicato il rapporto annuale UIF (Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia) sulle proprie attività per l’anno 2021.

In particolare, evidenzia la UIF:

  • le segnalazioni di operazioni sospette (SOS) nello scorso anno sono state 139.524, numero di fatto stabile in confronto all’anno precedente.
  • il perdurare dell’emergenza sanitaria ha implicato una serie di conseguenze sul numero di abusi registrati dalla UIF in materia finanziamenti garantiti dallo Stato e attività fraudolente sulle cessioni dei crediti di imposta;
  • la collaborazione della UIF con le autorità nazionali e gli organi investigativi sono rimaste elevate, con 510 richieste pervenute. Le più rilevanti riguardano i flussi finanziari individuati nell’ambito delle indagini legate alla pandemia da Covid-19 concernenti: la criminalità organizzata, i reati contro la PA e gli illeciti fiscali, anche relativi alle cessioni di crediti d’imposta.
  • nel 2022 è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra UIF e Procura europea (European Public Prosecutor’s Office – EPPO) per semplificare l’elaborazione delle relative richieste di collaborazione e scambio dati;
  • prosegue in modo intensivo lo scambio di informazioni con le FIU estere, per permettere un idoneo supporto sia per le analisi finanziarie che per le richieste di collaborazione;
  • è stato presentato l’AML Package da parte della Commissione Ue, che prevede, tra l’altro, la costituzione di un’Autorità Antiriciclaggio europea (AMLA);
  • relativamente all’analisi strategica, la base dati SARA ha visto l’inserimento di nuove informazioni in ragione della diminuzione della soglia segnaletica, passata da 15.000 a 5.000 euro, e all’introduzione di nuovi segnalanti, tra cui i prestatori di servizi di pagamento.

Inoltre il rapporto annuale UIF, evidenzia come in ragione dell’invasione russa dell’Ucraina l’Autorità abbia sostenuto gli operatori nell’applicazione delle misure sanzionatorie e di congelamento, favorendo la diffusione e la conoscenza dei soggetti designati nei provvedimenti europei che si sono susseguiti.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 18 aprile
Titolare effettivo delle persone giuridiche: i nuovi orientamenti FATF – GAFI
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 31/03
Iscriviti alla nostra Newsletter