WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale
www.dirittobancario.it
Flash News

Vigilanza SIM: in Gazzetta Ufficiale il Regolamento Banca d’Italia

16 Gennaio 2023
Di cosa si parla in questo articolo

News Originale del 2 gennaio 2023, in corsivo le modifiche del 16 gennaio 2023 con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Regolamento Banca d’Italia in materia di vigilanza sulle SIM.


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 10, suppl. ord. n. 2, del 13 gennaio 2023, il Provvedimento Banca d’Italia del 23 dicembre 2022, recante il Regolamento in materia di vigilanza sulle SIM che recepisce le novità introdotte dalla Direttiva (UE) 2019/2034 sulla vigilanza prudenziale sulle imprese di investimento (Investment Firms Directive, IFD) e dal Regolamento (UE) 2019/2033 sui requisiti prudenziali delle imprese di investimento (Investment Firms Regulation, IFR)

In particolare, la Direttiva IFD e il Regolamento IFR introducono per le SIM un regime di vigilanza prudenziale differente rispetto a quello degli enti creditizi, che prende in considerazione le dimensioni, il modello di business e i rischi specifici legati alle loro attività.

La nuova regolamentazione introduce un regime semplificato di supervisione e rafforza il principio di proporzionalità per le SIM.

Le nuove disposizioni di vigilanza si applicano alle SIM di classe 2 e di classe 3 e si estendono, per quanto compatibili, alle succursali in Italia di imprese di paesi terzi diverse dalle banche.

Alle SIM di classe 1-minus si applicano unicamente le disposizioni relative all’accesso al mercato, albo dei gruppi di imprese di investimento, poteri di intervento e ingiuntivi.

Le SIM di classe 1 sono escluse dall’ambito di applicazione del nuovo Regolamento in materia di vigilanza sulle SIM in quanto equiparate alle banche.

Sempre al fine di una adeguato recepimento della Direttiva IFD e del Regolamento IFR, la Banca d’Italia ha aggiornato il proprio Regolamento del 5 dicembre 2019 di attuazione degli articoli 4-undecies e 6, comma 1, lett. b) e c-bis), del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, con particolare riguardo alla Parte 2 in materia di governo societario, politiche di remunerazione e controlli interni nella prestazione di servizi e attività di investimento.

Le modifiche sono principalmente volte a dare attuazione alle nuove regole applicabili alle SIM e gruppi di SIM, introdotte dalla direttiva (UE) 2019/2034 (c.d. IFD) e dagli Orientamenti in materia di politiche di remunerazione (EBA/GL/2021/13) e di governo societario (EBA/GL/2021/14), adottati dall’EBA in consultazione con l’ESMA.

Banca d’Italia ha altresì apportato limitate modifiche che interessano anche altre Parti del Regolamento, con riferimento alle disposizioni applicabili ai gestori, alle raccomandazioni EBA in materia di esternalizzazione a fornitori di servizi in cloud e, infine, alle disposizioni in materia ESG.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02