Antiriciclaggio
17/10/2019

Antiriciclaggio: aggiornate le modalità di invio delle Comunicazioni Oggettive

Delle novità delle Disposizioni Banca d’Italia in materia di adeguata verifica alla luce della V Direttiva parleremo al Convegno del 30 ottobre 2019.  Per maggiori informazioni si rinvia al link indicato tra i contenuti correlati.

L’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia (UIF) ha apportato alcune modifiche alle modalità di invio delle Comunicazioni Oggettive.

In particolare, è stata prevista la possibilità di inserire il codice ATECO sia a quattro cifre significative che, ove non sia disponibile tale livello di dettaglio, a sole tre cifre.

Resta fermo che il segnalante deve indicare il valore del codice ATECO al massimo livello di dettaglio conosciuto.

Inoltre, è stato aggiunto un nuovo valore di dominio per il campo “Codice Tipo Soggetto”: “10 – Esecutore e controparte”, da utilizzare nei casi in cui un soggetto richieda di effettuare un bonifico in contanti su un proprio rapporto.

Sono stati conseguentemente aggiornati il Manuale utente per l’invio delle Comunicazioni Oggettive e le relative FAQ (entrambi pubblicati in allegato).

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.