Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755

Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrale Rischi, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Centrale dei rischi, Comunicazione, Rettifica, Ritardi, Segnalazioni errata
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755
  • Scarica testo in pdf

 

Appare censurabile la condotta dell’intermediario che, pur avendo spontaneamente rettificato il valore presso la Centrale Rischi, abbia effettuato ed abbia comunicato tale rettifica soltanto oltre un mese dopo il reclamo, nonostante il cliente abbia chiaramente evidenziato l’urgenza della situazione.

Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755

Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrale Rischi, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Gestione del rapporto con la clientela, Modalità e tempistiche, Reclamo, Riscontro, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1278

Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1278

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Conto Corrente Bancario / Blocco del conto, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Blocco, Conto corrente, Obblighi di informativa, Responsabilità della banca, Violazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1278
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Napoli, 19 maggio 2010, n.404

Collegio di Napoli, 19 maggio 2010, n.404

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Comunicazioni periodiche alla clientela, Conto Corrente Bancario / Condizioni contrattuali, Estratto conto, Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Contratto di conto corrente, Estratto conto, Fido, Invio, Iscrizione, Modifica del domicilio del cliente, Responsabilità della banca
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 19 maggio 2010, n.404
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Polizze assicurative, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Contratto di finanziamento, Polizza Assicurativa, Responsabilità della banca, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47
  • Scarica testo in pdf

Nel caso in cui il cliente contesti alla banca di non avergli rappresentato che la stipula della polizza assicurativa collaterale al finanziamento rappresentava una semplice facoltà e non già un obbligo, a responsabilità della banca va esclusa laddove la natura “opzionale” della polizza risulta in modo chiaro, essendo stata indicata nella pagina principale del modulo contrattuale sottoscritto dal cliente, ove, in chiaro, su fondo scuro, si legge: “Copertura assicurativa credito (opzionale)”.

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Spese e commissioni, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Contratto di finanziamento, Oneri e commissioni, Recesso, Responsabilità della banca, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Consenso non adeguatamente informato da parte del cliente, Mancata consegna di copia del contratto, Responsabilità della banca
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47
  • Scarica testo in pdf

La responsabilità della banca per violazione dei canoni di diligenza, trasparenza, corretta informazione riconducibile alla prestazione di un consenso non adeguatamente informato da parte del cliente non può essere desunta dall'omessa consegnare della copia del contratto di finanziamento, posto che la consegna di tale copia si riferisce ad un momento immediatamente successivo alla prestazione del consenso (cioè successivo alla sottoscrizione del contratto).

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Condizioni contrattuali, Contratto di finanziamento con un soggetto terzo, Responsabilità della banca, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 febbraio 2010, n.47
  • Scarica testo in pdf

Syndicate content