Collegio di Milano, 02 luglio 2010, n.655

Collegio di Milano, 02 luglio 2010, n.655

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Bonifici bancari, Normativa antiriciclaggio e fiscale
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 02 luglio 2010, n.655
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 02 luglio 2010, n.655

Collegio di Milano, 02 luglio 2010, n.655

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Bonifici bancari, Normativa antiriciclaggio e fiscale
  • Parole chiave: Agevolazioni fiscali, Bonifico, Diligenza della banca, Obbligo di assistenza del cliente
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 02 luglio 2010, n.655
  • Scarica testo in pdf

 

L’obbligo di diligenza e buona fede nell’esecuzione dei propri incarichi va esteso fino a ravvisare, in capo all’intermediario, un obbligo di assistenza dei propri clienti nella corretta predisposizione degli ordini di bonifico al fine di consentire loro di potere godere, in futuro, di un’agevolazione fiscale; e ciò, in particolar modo, qualora si tratti di ipotesi di agevolazioni previste da norme fiscali che abbiano un’applicazione diffusa.

Collegio di Milano, 15 giugno 2010, n.527

Collegio di Milano, 15 giugno 2010, n.527

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Deposito titoli in amministrazione / Esecuzione del rapporto, Normativa antiriciclaggio e fiscale
  • Parole chiave: Deposito di titoli in amministrazione, Mancata esecuzione di un ordine, Normativa fiscale
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 giugno 2010, n.527
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 15 giugno 2010, n.527

Collegio di Milano, 15 giugno 2010, n.527

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Deposito titoli in amministrazione / Esecuzione del rapporto, Normativa antiriciclaggio e fiscale
  • Parole chiave: Deposito di titoli in amministrazione, Mancata esecuzione di un ordine, Normativa antiriciclaggio
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 giugno 2010, n.527
  • Scarica testo in pdf

 

Con riferimento alla normativa antiriciclaggio, la banca ha un dovere di segnalazione di operazioni sospette nei limiti imposti dalla legge, non ha invece alcun potere investigativo (di polizia) in ordine ai comportamenti della clientela (nel caso di specie, il cliente lamentava la mancata esecuzione di un ordine di trasferimento di titoli da un conto di deposito ad un altro).

Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1284

Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1284

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Normativa antiriciclaggio e fiscale
  • Parole chiave: Conservazione dei dati personali, Contratti bancari in generale, Normativa antiriciclaggio, Scioglimento del rapporto
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1284
  • Scarica testo in pdf

Syndicate content