Collegio di Milano, 21 giugno 2010, n.574

Collegio di Milano, 21 giugno 2010, n.574

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Applicabilità, Art. 2 D.L. 2008/185, Limiti oggettivi, Mutuo, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 21 giugno 2010, n.574
  • Scarica testo in pdf

 

L’art. 2 della Legge 28 gennaio 2009 n. 2 (c.d. anticrisi) di conversione del D. L.gs n. 185/2008 (pubblicato nella G.U. n. 22 del 28/1/09) si applica a tutti i mutui che non siano a tasso fisso per l’intera durata del rapporto, e, dunque, anche a quelli che prevedano la possibilità di “conversione” temporanea dal tasso variabile al tasso fisso.

Collegio di Milano, 21 giugno 2010, n.574

Collegio di Milano, 21 giugno 2010, n.574

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Art. 2, comma 5-quater, D.L. 2008/185, Interpretazione, Mutuo, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 21 giugno 2010, n.574
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Napoli, 03 novembre 2010, n.1235

Collegio di Napoli, 03 novembre 2010, n.1235

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Art.2 D.l 1 luglio 2009, Legittimazione passiva, Mutuo, Risarcimento, Ritardo, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 03 novembre 2010, n.1235
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1251

Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1251

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ipoteca, Responsabilità della banca / Mutuo, Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Cancellazione dell'ipoteca, Concorso di colpa, Ipotecario, Mancato perfezionamento, Mutuo, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1251
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1309

Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1309

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Assegni circolari / Disciplina generale, Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Art. 8 comma 3-bis d.l. 7/2007, Assegno circolare, Commissioni, Gratuità, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1309
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Roma, 15 aprile 2010, n.232

Collegio di Roma, 15 aprile 2010, n.232

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Concetto di “abitazione principale”, Mutuo, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 15 aprile 2010, n.232
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.216

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.216

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Dovere di diligenza della banca cessionaria, Mutuo, Responsabilità, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.216
  • Scarica testo in pdf

Deve ritenersi conforme ai canoni di diligenza professionale di cui art. 1176, secondo comma, cod. civ. la condotta della banca cessionaria che, oltre ad aver correttamente e tempestivamente inserito la domanda di surrogazione nell’apposita procedura di colloquio interbancario, abbia altresì provveduto ad informare il cliente del rifiuto ricevuto da parte della banca cedente.

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.216

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.216

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Applicabilità ratione temporis, Art. 2 comma 3 D.L. 78/2009, Mutuo, Risarcimento del danno da parte della banca, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.216
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.215

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.215

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Dovere di diligenza della banca cedente, Mutuo, Responsabilità, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.215
  • Scarica testo in pdf

Deve ritenersi responsabile la banca cedente che, nel respingere la richiesta di surrogazione presentata dalla banca cessionaria abbia, a causa della propria scarsa diligenza, erroneamente comunicato l’inesistenza del nominativo del cliente, errore questo che ha impedito il perfezionamento dell’operazione di surrogazione richiesta dal cliente stesso.

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.215

Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.215

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Mutuo, Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Dovere di diligenza della banca cedente, Mutuo, Responsabilità, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.215
  • Scarica testo in pdf

Syndicate content