Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Centrale rischi finanziari private, Crif. S.p.A. e Experian S.p.A., Difetto di legittimazione passiva
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147
  • Scarica testo in pdf

 

Difetta la legittimazione passiva in capo alla Crif. S.p.A. e Experian S.p.A., società che gestiscono le centrali dei rischi, in quanto non rientranti nella nozione di intermediario finanziario, come definita nelle disposizioni relative all’Arbitro Bancario e Finanziario.

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.900

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.900

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Centrale rischi finanziari private, CRIF SpA, Difetto di legittimazione passiva, Segnalazioni illegittime
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.900
  • Scarica testo in pdf

 

La CRIF SpA che gestisce il sistema di informazione creditizia è soggetto privo di legittimazione passiva nella procedura avanti l’Arbitro Bancario Finanziario, poiché non rientra nella nozione di intermediario finanziario così come definita nelle disposizioni relative allo stesso Arbitro Bancario Finanziario. Pertanto, il ricorso proposto avverso la predetta società deve essere dichiarato inammissibile.

Collegio di Roma, 09 agosto 2010, n.878

Collegio di Roma, 09 agosto 2010, n.878

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Centrale rischi finanziari private, Difetto di legittimazione passiva, Società di gestione dei sistemi di informazioni creditizie
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 09 agosto 2010, n.878
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1217

Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1217

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Centrale rischi finanziari private, Difetto di legittimazione passiva, Società di gestione
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1217
  • Scarica testo in pdf

 

Le società (Crif, CTC, Experian o qualunque altra) a cui fanno capo le centrali rischi private non rientrano nel novero degli intermediari finanziari di cui all’art. 115 TUB, tenuti all’adesione ai sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie, e perciò difettano di legittimazione passiva nelle controversia avanti l'Arbitro Bancario Finanziario.

Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1300

Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1300

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Difetto di legittimazione passiva, Segnalazioni illegittime, Società che gestiscono centrali rischi private
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1300
  • Scarica testo in pdf

Le società (Crif, CTC, Experian o qualunque altra) a cui fanno capo le centrali rischi private non rientrano nel novero degli intermediari finanziari di cui agli artt. 106 e 107 TUB, tenuti all’adesione ai sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie, e perciò difettano di legittimazione passiva nelle controversie avanti l'Arbitro Bancario Finanziario.

Collegio di Roma, 22 marzo 2010, n.137

Collegio di Roma, 22 marzo 2010, n.137

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Carenza di legittimazione passiva, Centrale rischi finanziari private, CRIF s.p.a., Inammissibilità ricorso
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 22 marzo 2010, n.137
  • Scarica testo in pdf

La CRIF s.p.a., quale ente gestore del sistema di informazione creditizia, è privo di legittimazione passiva in un procedimento avanti l’ABF, poiché non rientra nella nozione di intermediario così come definita nelle disposizioni relative all’Arbitro Bancario Finanziario.

Collegio di Roma, 03 marzo 2010, n.95

Collegio di Roma, 03 marzo 2010, n.95

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Inammissibilità del ricorso, Vizio di legittimazione passiva
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 03 marzo 2010, n.95
  • Scarica testo in pdf

Deve considerarsi inammissibile il ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario promosso contro la CRIF s.p.a. quale ente gestore del sistema di informazione creditizia, posto che tale società, non potendo definirsi intermediario finanziario secondo le disposizioni relative all’ABF, è priva di legittimazione passiva.

Syndicate content