WEBINAR / 18 ottobre
Private Banking e Antiriciclaggio


I nuovi orientamenti di vigilanza Banca d'Italia

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 27/09

WEBINAR / 18 ottobre
Private Banking e Antiriciclaggio. I nuovi orientamenti di vigilanza Banca d'Italia
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

L’elemento soggettivo del delitto di riciclaggio è integrato dal dolo generico

26 Agosto 2019

Riccardo La Mantia, Trainee Lawyer presso Studio Legale Galbiati, Sacchi e Associati

Cassazione Penale, Sez. VI, 4 aprile 2018, n. 38607 – Pres. Rotundo, Rel. Giordano

Di cosa si parla in questo articolo

L’elemento soggettivo del delitto di riciclaggio è integrato dal dolo generico che consiste nella coscienza e volontà di ostacolare l’accertamento della provenienza dei beni, del denaro e di altre utilità, senza alcun riferimento a scopi di profitto e di lucro.

Nella specie, la Suprema Corte ha respinto il ricorso confermando la condanna per il delitto di riciclaggio – previsto dall’articolo 648-bis del Codice penale – inflitta dalla Corte d’Appello nei confronti di un promoter finanziario che riceveva il denaro dal “clan” dei casalesi e lo ripuliva facendolo passare sul suo conto corrente. Si trattava di somme destinate ad alimentare la carta di credito di un boss locale. I giudici di seconda istanza avevano ribaltato la decisione del Tribunale che aveva assolto con la formula “perché il fatto non costituisce reato”. Per i giudici di primo grado, infatti, non era dimostrato che il funzionario fosse consapevole della caratura criminale del beneficiario nell’operazione di money laundering.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 04 ottobre
La nuova Governance Antiriciclaggio


Le modifiche alle disposizioni Banca d’Italia

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 13/09

WEBINAR / 28 settembre
Rinegoziazione dei mutui a tasso variabile


Adeguamenti contrattuali e profili problematici

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 08/09
Iscriviti alla nostra Newsletter