La Newsletter professionale DB
Giornaliera e personalizzabile
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Il giudizio sull’inerenza del costo sostenuto va riferito all’oggetto sociale dell’impresa

17 Dicembre 2018

Avv. Andrea Maria Ciotti, Avvocato presso Taxnet Studio Legale e Tributario

Cassazione Civile, Sez. V, 30 luglio 2018, n. 20113 – Pres. Crucitti, Rel. Guida

Di cosa si parla in questo articolo

Il giudizio sull’inerenza del costo va riferito all’oggetto sociale dell’impresa, nel senso che esso è deducibile se è funzionale alle singole attività sociali o, comunque, se apporta all’impresa un’utilità, obiettivamente determinabile ed adeguatamente documentata. Con riferimento ai rapporti infragruppo, l’inerenza va valutata secondo il criterio della coerenza e dell’utilità economica dell’intera attività svolta. L’apprezzamento di questi criteri deve far emergere, in sostanza, i vantaggi derivati dai costi nel loro insieme alle società appartenenti al medesimo gruppo d’imprese.

Di cosa si parla in questo articolo
Iscriviti alla nostra Newsletter
Una raccolta sempre aggiornata di Atti, Approfondimenti, Normativa, Giurisprudenza.
Iscriviti alla nostra Newsletter