Array
(
    [22978] => Array
        (
            [parent] => Contratti e garanzie
            [childrens] => Array
                (
                    [22988] => Ipoteca
                )

        )

    [22609] => Array
        (
            [parent] => Misure cautelari
        )

)
Contratti e garanzie - IpotecaMisure cautelari
26/03/2020

Confisca di beni ipotecati: salvaguardato il credito della banca che ignori in buona fede il nesso di strumentalità con l’attività illecita

Cassazione Penale, Sez. II, 30 gennaio 2020, n.7879 – Pres. Gallo, Rel. Borsellino

In caso di confisca disposta in sede penale, il preesistente diritto di credito del terzo deve essere salvaguardato, ove non ne risulti la strumentalità rispetto all’attività illecita, e solo in questo caso grava sul creditore l’onere di dimostrare la buona fede nella mancata conoscenza di tale nesso di strumentalità.

La buona fede può escludersi:

- quando la banca sia a conoscenza del nesso di strumentalità all’atto della erogazione del credito;
- quando l’ignoranza dipende da colpa, ossia quando la banca avrebbe potuto venire a conoscenza del nesso di strumentalità con l’ordinaria diligenza ed in particolare rispettando gli obblighi previsti dal terzo comma dell’art. 52 d.lsg 159/2011 (Codice Antimafia).

 

 

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.