Segnalazioni creditizie e finanziarie
24/11/2011

Accordo banche – imprese sulle segnalazione degli sconfinamenti bancari (past due)

Firmato ieri da Abi, Alleanza delle Cooperative italiane, Assoconfidi, Confagricoltura, Confedilizia, CIA, Coldiretti, Confapi, Confindustria e Rete Imprese Italia, il Protocollo d’intesa “Comunicazione alle imprese sull’entrata in vigore dei nuovi termini per la segnalazione degli sconfinamenti bancari (past due)”.

Dal primo gennaio 2012 prende infatti efficacia la nuova regola in tema di segnalazione in Centrale Rischi degli sconfinamenti: la banche dovranno segnalare i crediti scaduti o sconfinati da più di 90 giorni, anziché da più di 180 giorni, secondo quanto stabilito da Basilea 2, accordo tra le banche centrali dei Paesi del G10 relativo ai requisiti patrimoniali delle banche.

Come già evidenziato da Diritto Bancario, la riduzione dei termini da 180 a 90 giorni finirà, inevitabilmente, anche in considerazione della crisi economico-finanziaria mondiale in atto, con l’aggravare le difficoltà finanziarie di non poche piccole e medie aziende italiane.

Con la firma del Protocollo le parti aderenti hanno quindi voluto predisporre degli strumenti informativi e di supporto per le imprese. In tal senso, le banche aderenti si impegnano ad esamineranno tempestivamente le posizioni delle imprese, valutando le effettive necessità finanziarie delle stesse e il rapporto fra le linee accordate e gli utilizzi, evidenziando gli sconfinamenti sopra la soglia di rilevanza e focalizzando l’attenzione sull’entità e la durata dei medesimi. È prevista altresì la possibilità per le banche di valutare, insieme all’impresa cliente, eventuali soluzioni personalizzate per il rientro dagli sconfinamenti, anche ricorrendo a forme tecniche di finanziamento sostitutive.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.