WEBINAR / 20 gennaio
Rapporti bancari e successioni mortis causa


Regole applicabili - Problematiche interpretative e soluzioni - Orientamenti ABF e giurisprudenziali

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 23/12

WEBINAR / 20 gennaio
Rapporti bancari e successioni mortis causa
www.dirittobancario.it
Flash News

SREP: da EBA ed ESMA nuove Linee guida e RTS per le imprese di investimento

21 Luglio 2022
Di cosa si parla in questo articolo

EBA ed ESMA hanno pubblicato delle Linee guida congiunte sulle procedure e metodologie comuni per il processo di revisione e valutazione prudenziale (SREP) per le imprese di investimento.

L’EBA ha pubblicato anche la bozza finale di norme tecniche di regolamentazione (RTS) sui componenti aggiuntivi del secondo pilastro per le imprese di investimento.

Entrambe le pubblicazioni normative si basano sulla Direttiva sulle imprese di investimento (IFD) e mirano ad armonizzare le pratiche di vigilanza relative al processo di revisione e valutazione prudenziale delle imprese di investimento.

Linee guida SREP congiunte per le imprese di investimento

Le linee guida SREP sono state sviluppate insieme ESMA. Stabiliscono il processo e i criteri comuni per la valutazione dei principali elementi SREP, tra cui:

  • modelli di business;
  • disposizioni di governance e controlli a livello di impresa;
  • rischi per l’adeguatezza patrimoniale;
  • rischio di liquidità.

Come parte di questa valutazione, viene introdotto un sistema di punteggio per facilitare la comparabilità tra le imprese.

Le Linee guida congiunte specificano inoltre il monitoraggio degli indicatori chiave e l’uso di misure di vigilanza a seguito della valutazione SREP e propongono disposizioni sull’applicazione dello SREP nel contesto transfrontaliero.

I criteri per la valutazione dei rischi negli orientamenti congiunti seguono i requisiti del regolamento sulle imprese di investimento (IFR) e della direttiva sulle imprese di investimento (IFD) e le procedure e le metodologie fornite sono proporzionate alla natura, alle dimensioni e alle attività delle imprese di investimento.

RTS sui componenti aggiuntivi del 2° pilastro

Gli RTS garantiscono una determinazione coerente in tutta l’UE dei requisiti patrimoniali aggiuntivi per coprire i rischi o gli elementi di rischio non coperti o non sufficientemente coperti dai requisiti del primo pilastro.

Questa bozza finale di RTS fornisce dettagli tecnici, comprese metriche indicative specifiche, per valutare e misurare i rischi materiali non altrimenti individuabili o non adeguatamente individuati dai requisiti del primo pilastro.

Tali dettagli tecnici garantiranno pratiche di vigilanza comuni nella determinazione dei requisiti aggiuntivi di fondi propri.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 20 gennaio
Rapporti bancari e successioni mortis causa


Regole applicabili - Problematiche interpretative e soluzioni - Orientamenti ABF e giurisprudenziali

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 23/12
Iscriviti alla nostra Newsletter