WEBINAR / 16 Aprile
Il Regolamento europeo sui bonifici istantanei


Nuovi adempimenti per le banche/PSP

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 28/03

WEBINAR / 16 Aprile
Il Regolamento europeo sui bonifici istantanei. Nuovi adempimenti per le banche/PSP
www.dirittobancario.it
Flash News

Rischi climatici e gestione delle riserve delle banche centrali: rapporto BIS

2 Agosto 2022
Di cosa si parla in questo articolo

La Banca dei regolamenti internazionali (Bank for International Settlements – BIS) ha pubblicato un rapporto relativo all’incorporazione dei rischi legati al clima nei quadri internazionali di gestione delle riserve.

In particolare, evidenzia la BIS, la società deve affrontare la sfida di gestire i rischi legati al cambiamento climatico.

In ragione di questa esigenza, le banche centrali di tutto il mondo hanno creato il Network of Central Banks and Supervisors for Greening the Financial System (NGFS) con l’obiettivo di contribuire a un’efficace gestione dei rischi legati al clima e alla transizione verso un’economia sostenibile.

Sebbene molte banche centrali non abbiano un mandato formale per incorporare le questioni legate alla sostenibilità nella loro operatività, alcune hanno notato che farlo è coerente con i mandati esistenti.

Queste banche centrali potrebbero decidere di incorporare i rischi legati al clima nei loro quadri di rischio e, quindi, migliorare i loro processi decisionali dato l’impatto dei rischi climatici sulla loro missione e/o sui loro obiettivi.

Le banche centrali possono svolgere un ruolo più diretto attraverso le riserve internazionali, dove detengono portafogli di attività sovrane e di altro tipo che possono essere esposte ai rischi fisici e di transizione associati ai cambiamenti climatici.

Il presente rapporto si concentra sulle sfide metodologiche che le banche centrali devono affrontare quando considerano i rischi legati al clima nell’ambito dei loro quadri di gestione delle riserve.

Una sfida metodologica significativa è la difficoltà di modellare i fattori climatici e la loro connessione con le caratteristiche di rischio e rendimento del portafoglio.

La mancanza di dati completi, tempestivi e accurati sul rischio climatico è un’altra sfida fondamentale per i gestori delle riserve.

Inoltre, l’incorporazione di considerazioni ambientali, sociali e di governance (ESG) nei quadri internazionali di gestione delle riserve dovrebbe essere allineata con i requisiti di sicurezza, liquidità e redditività ed essere coerente con i mandati legali delle banche centrali.

Nonostante queste sfide, alcuni gestori di riserve stanno gradualmente aggiungendo metriche di rischio legate al clima nei loro quadri di gestione del rischio e stanno migliorando l’informativa.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 14 maggio
La POG nelle nuove aspettative di vigilanza IVASS
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 24/04

WEBINAR / 16 Aprile
Il Regolamento europeo sui bonifici istantanei


Nuovi adempimenti per le banche/PSP

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 28/03
Iscriviti alla nostra Newsletter