WEBINAR / 18 ottobre
Private Banking e Antiriciclaggio


I nuovi orientamenti di vigilanza Banca d'Italia

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 27/09

WEBINAR / 18 ottobre
Private Banking e Antiriciclaggio


I nuovi orientamenti di vigilanza Banca d'Italia

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 27/09
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Regime fiscale dei disavanzi da fusione o scissione

Applicabile alle fusioni e scissioni deliberate fino al 30 aprile 2004

21 Giugno 2022

Cassazione Civile, Sez. V, 21 giugno 2022, n. 20044 – Pres. Cirillo, Rel. Cataldi

Di cosa si parla in questo articolo

Con Sentenza n. 20044 del 21 giugno 2022 (Pres. Cirillo, Rel. Cataldi), la Corte di Cassazione si è espressa sul regime fiscale dei disavanzi derivanti da fusione o scissione di società, formulando il seguente principio di diritto:

“In materia di regime fiscale dei disavanzi derivanti da fusione o scissione di società, la disposizione intertemporale di cui all’art. 4, comma 1, lett. a), d.lgs. n. 344 del 2003, che mantiene ferma l’applicazione dell’art. 6, comma 2, d.lgs. n. 358 del 1997 (abrogato con riguardo alle operazioni di fusione e scissione perfezionate dopo il 31/12/2003) alle fusioni e scissioni deliberate fino al 30/04/2004, rinvia implicitamente al comma 4 dello stesso art. 6 e si interpreta nel senso che anche per tali operazioni la società che vuole avvalersi del riconoscimento fiscale gratuito dei maggiori valori da imputazione del disavanzo da annullamento delle azioni o quote deve farne richiesta nella dichiarazione dei redditi del periodo di imposta in cui ha effetto la fusione o la scissione”.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 18 ottobre
Private Banking e Antiriciclaggio


I nuovi orientamenti di vigilanza Banca d'Italia

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 27/09
La Newsletter professionale DB
Giornaliera e personalizzabile
Iscriviti alla nostra Newsletter