WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024. Novità per le banche e problematiche operative
www.dirittobancario.it
Dossier

Prospettive e problemi del credito pandemico coperto da garanzia statale

12 Maggio 2020

Aldo Angelo Dolmetta, Consigliere della Corte di Cassazione, Prima Sezione Civile

Confrontandosi con le misure di sostegno antipandemico introdotte dal decreto liquidità nella forma di garanzia statale su crediti concessi dalle banche, il saggio si compone di due parti.

La prima parte, esaminata criticamente la tesi (affacciata da esponenti della Vigilanza) per cui in questo momento a contare è solo l’accesso al credito a prescindere da ogni altro profilo (quale pure quello della sostenibilità dell’erogato), constata che l’intervento del decreto liquidità persegue, in realtà, due obiettivi di mercato: quello della stabilità del sistema bancario e quello del sostegno alle attività danneggiate dalla pandemia.

Nell’alternativa su quale sia, tra i due, l’obiettivo finale e quale invece quello strumentale, o comunque «accessorio», il saggio – sottolineata l’incertezza di più parti dell’intervento legislativo, la problematicità di livello tecnico della normazione e la necessità, in ogni caso, di un forte lavoro ermeneutico – espone i vari argomenti sulla base dei quali va a conti fatti ritenuta prioritaria e prevalente la tutela della domanda di credito.

La seconda parte analizza una serie di profili relativi alle tre principali tipologie organizzative assistite dalla garanzia di cui al decreto (fascia più alta per entità del credito concesso; intermedia; credito sino a 25 mila euro), portando al pettine i nodi problematici che la regolamentazione di tali figure – sviluppata dal legislatore secondo linee separate e tra loro ben poco comunicanti – mette subito in evidenza. Tra questi vanno in particolare segnalati i rilievi circa: la rigidità e complicatezza di un sistema che, per larga parte, si affida a strutture di garanzia statale di solo parziale copertura del credito concesso; l’insufficienza della disciplina di contenimento del «prezzo» del credito garantito; l’erroneità di una normativa indifferente alla quantità di danaro richiesta al debitore nel primo periodo di esecuzione del rapporto (come appunto caratterizzato, in via tendenziale, da uno stato di maggiore difficoltà economica di questi); le lacunosità della regolamentazione circa l’utilizzo della garanzia statale in punto di rinegoziazione dell’esposizione pregressa; la vaghezza della regolazione circa l’eventuale rilevanza negoziale della mancanza, nel prenditore, dei requisiti stabiliti dalla legge; l’esigenza di valorizzare la diligenza professionale delle banche nelle attività da loro effettuate anche nell’interesse del garante Stato; e così, prima di tutto, in tema di valutazione del merito di credito e di monitoraggio delle condizioni del prenditore durante l’arco di svolgimento del rapporto; la peculiarità di un sistema di governo della rivalsa, che trascura di apportare il «vantaggio» del privilegio, per affidarsi al sistema del «pari concorso» di cui all’art. 1205 c.c.

[….]

Leggi il contributo completo pubblicato nella Rivista di Diritto Bancario (clicca qui)

Leggi gli ultimi contenuti dello stesso autore
Editoriali
Banche

Inflazione e ius variandi bancario

12 Aprile 2023

Aldo Angelo Dolmetta

Nello scorso febbraio, la Banca d’Italia ha rilevato che «gli elevati livelli di inflazione raggiunti negli ultimi mesi stanno inducendo alcune banche ad aumentare il costo dei conti correnti dei clienti, proponendo loro modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali»
Dialoghi
Società

Ius variandi e rinnovi contrattuali nel diritto privato d’impresa. A proposito dell’«aumento» deciso da Amazon

2 Settembre 2022

Aldo Angelo Dolmetta

già Consigliere della Corte di Cassazione

Sul finire dello scorso luglio, le notizie di stampa hanno dato particolare risalto alla decisione di Amazon di aumentare in misura sensibile il costo del servizio Prime
Vuoi leggere altri contenuti degli autori?

WEBINAR / 30 Maggio
Clausole di fallback e piani di sostituzione nel nuovo 118-bis TUB

ZOOM MEETING
Offerte per iscrizioni entro il 16/05


WEBINAR / 23 Maggio
Titolare effettivo in trust e istituti affini: nuova guida GAFI

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/05

Iscriviti alla nostra Newsletter