WEBINAR / 09 marzo
Pegno mobiliare non possessorio: al via il nuovo regime
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 17/02

WEBINAR / 09 marzo
Pegno mobiliare non possessorio
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Operazioni soggettivamente inesistenti: l’Amministrazione deve provare che il contribuente conoscesse l’evasione di imposta

13 Giugno 2018

Enrica Core, Dottoranda LUISS Guido Carli

Cassazione Civile, Sez. V, 19 aprile 2018, n. 9721 – Pres. Bruschetta, Rel. Nonno

Di cosa si parla in questo articolo

In tema di fatture soggettivamente inesistenti, tenendo conto di quanto espresso dalla Corte di Giustizia 22 ottobre 2015, C-277/14,PPUH Stehcemp, l’Amministrazione finanziaria, al fine di negare il diritto di detrarre l’Iva assolta a monte, deve provare, anche tramite presunzioni, gli elementi oggettivi dai quali sia desumibile che il contribuente, al momento dell’acquisto del bene o del servizio, sapeva ovvero avrebbe dovuto sapere, utilizzando l’ordinaria diligenza, che il cedente, con l’emissione della fattura, aveva evaso l’imposta o partecipato a una frode e porre sull’avviso qualunque imprenditore onesto e mediamente esperto.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 09 marzo
Pegno mobiliare non possessorio: al via il nuovo regime
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 17/02
Iscriviti alla nostra Newsletter