WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024. Novità per le banche e problematiche operative
www.dirittobancario.it
Flash News

Notifica preventiva concentrazione: aggiornate le soglie di fatturato

28 Marzo 2023
Di cosa si parla in questo articolo

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha aggiornato le soglie di fatturato per la notifica preventiva delle operazioni di concentrazione, come previsto dall’articolo 16, comma 1, della legge n. 287/90.

In primo luogo, è importante sottolineare che la legge n. 287/90 stabilisce che le imprese che intendono effettuare operazioni di concentrazione devono notificarle preventivamente all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato se superano determinate soglie di fatturato. Queste soglie sono state fissate all’articolo 16, comma 1, della stessa legge, e sono state oggetto di revisione in seguito all’incremento dell’indice del deflatore dei prezzi del prodotto interno lordo ai prezzi di mercato.

Nello specifico, la soglia di fatturato per la prima ipotesi è stata fissata a 532 milioni di euro. Questa soglia si applica alle operazioni di concentrazione tra imprese che, nel loro ultimo esercizio, abbiano raggiunto un fatturato complessivo in Italia superiore a tale importo. Inoltre, la soglia si applica anche alle operazioni di concentrazione che comportano l’acquisizione di un’impresa che, nel suo ultimo esercizio, ha raggiunto un fatturato in Italia superiore a tale importo.

Per quanto riguarda la seconda ipotesi, la soglia di fatturato è stata fissata a 32 milioni di euro. Questa soglia si applica alle operazioni di concentrazione tra imprese che, nel loro ultimo esercizio, abbiano raggiunto un fatturato complessivo in Italia inferiore a tale importo, ma che comportano l’acquisizione di un’impresa che, nel suo ultimo esercizio, ha raggiunto un fatturato in Italia superiore a tale importo.

Infine, è importante sottolineare che l’aumento delle soglie di fatturato è stato determinato in base all’incremento dell’indice del deflatore dei prezzi del prodotto interno lordo ai prezzi di mercato, che nel 2022 è stato pari al 3%. Questo significa che le soglie di fatturato potrebbero subire ulteriori revisioni in futuro in base all’andamento dell’indice del deflatore dei prezzi del prodotto interno lordo ai prezzi di mercato.

In sintesi, l’aggiornamento delle soglie di fatturato per la notifica preventiva delle operazioni di concentrazione ha importanti implicazioni per le imprese che intendono effettuare tali operazioni, poiché determina la soglia al di sopra della quale è necessario notificare preventivamente l’operazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 23 Maggio
Titolare effettivo in trust e istituti affini: nuova guida GAFI

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/05

Iscriviti alla nostra Newsletter