WEBINAR / 02 dicembre
Adeguatezza MiFID e sostenibilità: le nuove Linee guida ESMA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro l'11/11

WEBINAR / 02 dicembre
Adeguatezza MiFID e sostenibilità: le nuove Linee guida ESMA
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Il principio di inerenza in materia di reddito d’impresa riguarda anche i costi che non hanno recato alcun vantaggio economico

20 Febbraio 2019

Avv. Andrea Maria Ciotti, Taxnet Studio Legale Tributario

Cassazione Civile, Sez. V, 11 gennaio 2018, n. 450 – Pres. Belli, Rel. Caiazzo

Di cosa si parla in questo articolo

In materia tributaria, il principio dell’inerenza dei costi deducibili si ricava dalla nozione di reddito d’impresa (e non dall’attuale art. 109, comma 5, del T.U.I.R., riguardante il diverso principio della correlazione tra costi deducibili e ricavi tassabili) ed esprime la necessità di riferire i costi sostenuti all’esercizio dell’attività imprenditoriale, escludendo quelli che si collocano in una sfera estranea ad essa, senza che si debba compiere alcuna valutazione in termini di utilità (anche solo potenziale o indiretta), in quanto è configurabile come costo anche ciò che non reca alcun vantaggio economico, pertanto non assume rilevanza la congruità delle spese, perché il giudizio sull’inerenza è di carattere qualitativo e non quantitativo.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 02 dicembre
Adeguatezza MiFID e sostenibilità: le nuove Linee guida ESMA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro l'11/11
Iscriviti alla nostra Newsletter