WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06


WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche
www.dirittobancario.it
Flash News

I rischi delle banche di rilevanza sistemica: Bankitalia al workshop di Basilea

17 Maggio 2024
Di cosa si parla in questo articolo

Banca d’Italia ha pubblicato la relazione sull’intervento di Luigi Federico Signorini, Direttore Generale della Banca d’Italia, al Workshop BISD-FINMA-SNB su “Affrontare i rischi delle banche di rilevanza sistemica: lezioni da marzo 2023”, tenutosi a Basilea il 16 maggio 2024.

L’intervento del Direttore Generale si è concentrato sull’importanza delle regole di Basilea III, che hanno consentito al sistema bancario internazionale di resistere agli ultimi gravi eventi che hanno coinvolto cinque grandi istituti bancari.

Quasi un anno fa, infatti, il sistema finanziario internazionale ha vissuto il più significativo episodio di turbolenza bancaria dai tempi della crisi finanziaria globale (GFC): quattro banche statunitensi di medie dimensioni e il Credit Suisse, una banca di importanza sistemica globale, si sono trovate in gravi difficoltà più o meno simultaneamente.

Azioni di vigilanza rapide ed efficaci sulle banche di rilevanza sistemica, insieme a misure di sostegno pubblico, hanno permesso alle autorità statunitensi e svizzere di controllare la situazione; ma soprattutto, secondo il Direttore Generale, il sistema bancario internazionale ha resistito a questi eventi senza gravi conseguenze, grazie, almeno in parte, al rafforzamento del quadro prudenziale sviluppato a Basilea nel corso degli anni.

Le regole definitive di Basilea III hanno segnato la conclusione di questo percorso normativo: il processo ha comportato intense negoziazioni e alcuni compromessi, e sui quali, anche in vista di ulteriori iniziative migliorative in futuro, il Direttore Generale si è soffermato nel suo intervento.

Basilea III ha segnato, in sintesi, secondo il relatore, un progresso decisivo che combina una maggiore sensibilità al rischio con una riduzione delle scelte discrezionali ridotte per le banche, in particolare quando utilizzano i modelli interni: il fatto che da allora il sistema finanziario abbia resistito a ripetuti shock, infatti, e sia stato parte della soluzione piuttosto che del problema è, ad avviso del Direttore Generale, la prova che queste riforme sono state utili.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06

Una raccolta sempre aggiornata di Atti, Approfondimenti, Normativa, Giurisprudenza.
Iscriviti alla nostra Newsletter