WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale
www.dirittobancario.it
Flash News

ESRS: dall’EFRAG le bozze dei primi standard di sostenibilità per le imprese

5 Dicembre 2022
Di cosa si parla in questo articolo

L’EFRAG ha presentato alla Commissione europea la prima serie di bozze sui principi europei di rendicontazione della sostenibilità (European sustainability reporting standards – ESRS), nel suo ruolo di consulente tecnico della Commissione europea.

Nell’aprile 2021, la Commissione europea ha adottato una proposta legislativa per una direttiva sulla rendicontazione della sostenibilità delle imprese (Corporate Sustainability Reporting Directive, CSRD) che richiede alle società che rientrano nel suo ambito di applicazione di pubblicare regolarmente i dati relativi al loro impatto sociale e ambientale, in conformità agli European Sustainability Reporting Standards adottati dalla Commissione europea come atti delegati.

Nell’ambito della proposta di CSRD, l’EFRAG è stato nominato consulente tecnico della Commissione europea per lo sviluppo della bozza degli European Sustainability Reporting Standards.

Le bozze degli ESRS preparate dalla Project Task Force dell’EFRAG sugli European Sustainability Reporting Standards nel periodo compreso tra giugno 2021 e aprile 2022 sono state sottoposte a consultazione pubblica tra il 30 aprile e l’8 agosto 2022.

L’EFRAG Sustainability Reporting Board (EFRAG SRB), con la consulenza dell’EFRAG Sustainability Reporting Technical Expert Group (EFRAG SR TEG), ha preso in considerazione il feedback della consultazione e ha modificato di conseguenza le dodici bozze di European Sustainability Reporting Standards che sono state presentate oggi alla Commissione europea.

La Commissione europea consulterà ora gli organi dell’UE e gli Stati membri sui progetti di standard, prima di adottare gli standard finali previsti per giugno 2023.

Gli obblighi di rendicontazione della sostenibilità saranno introdotti gradualmente per diversi tipi di società.

Le prime società dovranno applicare gli standard nell’esercizio finanziario 2024, per le relazioni non finanziarie pubblicate nel 2025.

Le PMI quotate in borsa sono obbligate a redigere il bilancio a partire dal 2026, con un’ulteriore possibilità di opt-out volontario fino al 2028, e potranno redigere il bilancio secondo standard separati e proporzionati che l’EFRAG svilupperà il prossimo anno.

Questa prima serie di 12 bozze di ESRS è composta da:

Cross-cutting standards

  • Bozza ESRS 1 Requisiti generali;
  • Bozza ESRS 2 Informativa generale.

Topical standards

Ambientale:

  • Bozza ESRS E1 Cambiamento climatico
  • Bozza ESRS E2 Inquinamento
  • Bozza ESRS E3 Risorse idriche e marine
  • Bozza ESRS E4 Biodiversità ed ecosistemi
  • Bozza ESRS E5 Risorse ed economia circolare

Sociale:

  • Bozza ESRS S1 Forza lavoro propria
  • Bozza ESRS S2 Lavoratori della catena del valore ▪
  • Bozza ESRS S3 Comunità interessate ▪
  • Bozza ESRS S4 Clienti e utenti finali

Governance:

  • Bozza ESRS G1 Condotta aziendale
Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/01