WEBINAR / 08 luglio
Clausole abusive nei contratti bancari


Il superamento del giudicato implicito alla luce della Corte di Giustizia UE

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 24/06

WEBINAR / 08 luglio
Clausole abusive nei contratti bancari - Il superamento del giudicato implicito
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Derivato IRS privo di specificazione del modello matematico di pricing adottato

25 Agosto 2021

Giuseppe Colombo

Tribunale di Bologna, 5 gennaio 2021 – G.U. Romagnoli

Di cosa si parla in questo articolo

Il contratto di interest rate swap non è privo della causa tipica dei derivati allorquando in esso manchi la specificazione del Mark to market iniziale, del modello matematico di pricing e degli scenari probabilistici.Invero, ferma la natura aleatoria dei derivati, la causa di tali contratti è costituita dallo scambio, a scadenze prefissate, dei valori del sottostante determinato sulla base del valore convenzionale del sottostante a certa data e del diverso valore che quello stesso sottostante assume sul mercato alla data di esecuzione; in pratica, ciò che si scambia è il differenziale di quei valori.

Il Collar OTC (Over The Counter) cioè trattato al di fuori dei mercati regolamentati, senza che, per libera scelta negoziale, la valorizzazione di mercato del prodotto sia verificabile attraverso un sistema pubblico e trasparente (la Borsa), ha una struttura piuttosto semplice e largamente nota, sicché il rimando convenzionale ai modelli di pricing comunemente utilizzati dagli intermediari finanziari non è altro che l’ordinaria prassi operativa; tali considerazioni inducono a ritenere che la mancata specificazione delle formule matematiche adottate dall’operatore finanziario per prezzare il prodotto non consista in elemento essenziale alla validità dell’acquisto, né necessario per l’esatto adempimento degli obblighi di informazione a carico degli intermediari.

La causa del derivato IRS consiste nello scambio del differenziale dei valori del sottostante parametrato a tassi di interesse: le parti si impegnano a date prestabilite a versare o a riscuotere il differenziale di importi determinati in base a tassi di interesse diversi applicati a un capitale di riferimento detto “nozionale”, che non è oggetto di scambio ma funge da parametro su cui commisurare gli interessi che vengono incassati o pagati dai contraenti; in genere lo scambio avviene tra un tasso fisso e un tasso variabile; a ogni data di regolazione i flussi netti vengono determinati come differenziale tra gli interessi a tasso fisso e gli interessi a tasso variabile.

L’Interest Rate Collar è quel derivato IRS composto da un acquisto (o vendita) di un’opzione interest rate floor e da una contemporanea vendita (o acquisto) di un’opzione interest rate cap che sono opzioni sui tassi di interesse: se ha finalità di copertura, il contraente si vuole tutelare dal rischio di oscillazione del tasso variabile al di sopra di un certo limite (cap) e l’altro contraente dal rischio di oscillazione al di sotto di un certo limite (flloor).

Le linee guida ABI in tema di trasparenza e disclosure dei pricing sui prodotti derivati OTC costituiscono mere raccomandazioni e indicazioni di trasparenza e tendono a esemplificare l’obbligo informativo degli operatori finanziari che offrano alla clientela retail prodotti derivati OTC, specificando gli elementi conoscitivi e suggerendo le tecniche di illustrazione (es. grafici, simulazione di risultati ecc.) più utili allo scopo di una efficace informazione sul prodotto e di una effettiva conoscenza del prodotto da parte del cliente; dunque la mancata pedissequa riproduzione di dette indicazioni nei contratti in strumenti finanziari non consiste, di per sé, in difetto di adeguata informativa e la relativa va rimessa al giudice il cui apprezzamento, circa la regolarità della condotta, ben può attingere aliunde, nel quadro complessivo degli elementi di giudizio a sua disposizione.

 

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 08 luglio
Clausole abusive nei contratti bancari


Il superamento del giudicato implicito alla luce della Corte di Giustizia UE

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 24/06
Iscriviti alla nostra Newsletter