WEBINAR / 09 marzo
Pegno mobiliare non possessorio: al via il nuovo regime
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 17/02

WEBINAR / 09 marzo
Pegno mobiliare non possessorio
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Circostanze rilevanti ai fini del licenziamento per giusta causa del direttore della banca

11 Settembre 2015

Cassazione Civile, Sez. Lav., 01 settembre 2015, n. 17366

Di cosa si parla in questo articolo

Con sentenza del 01 settembre 2015 n. 17366 la Corte di Cassazione ha riconosciuto la giusta causa del licenziamento comminato al direttore della filiale di una banca che:

– non aveva ottemperato alle procedure interne regolanti il processo di erogazione del credito,

– aveva autorizzato anticipi sulla base di semplici fotocopie di fatture,

– aveva deliberato un considerevole mutuo per un importo superiore a quello consentito e

– aveva permesso ad un terzo estraneo alla banca di accedere alla postazione del terminale con sessione aperta per l’immissione di dati riferibili ad operazioni di mutuo fondiario.

I primi tre comportamenti, infatti, contraddistinguono una gravissima negligenza e superficialità del direttore, idonee ad esporre la banca a rischi di natura economica. Per quanto riguarda invece il quarto, ritenuto dalla Cassazione di maggior gravità, il direttore aveva platealmente violato i precetti di riservatezza e correttezza propri del dipendente bancario e connaturali alla gestione della postazione informatica della filiale, a nulla rilevando, in senso contrario, il rapporto di lunga durata intrattenuto dal terzo con l’istituto.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 09 marzo
Pegno mobiliare non possessorio: al via il nuovo regime
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 17/02
Iscriviti alla nostra Newsletter