WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06


WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche
www.dirittobancario.it
Flash News

Avvio del Single Supervisory Mechanism ed effetti sui procedimenti amministrativi di vigilanza Banca d’Italia

5 Novembre 2014
Di cosa si parla in questo articolo

Pubblicato dalla Banca d’Italia il Provvedimento 04 novembre 2014 prot. n. 1088399/14 relativo all’entrata in funzione del Single Supervisory Mechanism ed agli effetti sui procedimenti amministrativi di vigilanza di competenza della stessa Banca d’Italia.

Come noto, il Regolamento UE n. 1024/2013 del 15 ottobre 2013 ha attribuito alla Banca centrale europea (BCE), a partire dal 4 novembre 2014, compiti specifici in materia di vigilanza prudenziale degli enti creditizi, in cooperazione con le autorità di vigilanza nazionali dei Paesi partecipanti, tra cui appunto Banca d’Italia, nel quadro del Single Supervisory Mechanism (SSM).

L’avvio del nuovo quadro di vigilanza europeo porta alla necessità di aggiornare il Regolamento della Banca d’Italia del 25 giugno 2008, di disciplina dei procedimenti amministrativi di vigilanza per tutti i soggetti vigilati, e di individuazione dei termini e dele unità organizzative responsabili per ogni singola fattispecie procedimentale.

Nelle more di tale revisione, il Regolamento del 25 giugno 2008 – come modificato dal Provvedimento della Banca d’Italia del 21 gennaio 2014, in particolare ai fini dell’individuazione delle unità organizzative responsabili – è applicabile in quanto compatibile con il Regolamento UE n. 1024/2013 e con il Regolamento UE n. 468/2014.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06

Una raccolta sempre aggiornata di Atti, Approfondimenti, Normativa, Giurisprudenza.
Iscriviti alla nostra Newsletter