Risk management
01/06/2020

SIM: modifiche della disciplina Banca d’Italia sul rischio di tasso d’interesse e prove di stress degli enti

Con Comunicazione del 29 maggio 2020 Banca d’Italia ha modificato la disciplina contenuta nella Comunicazione del 31 marzo 2014 concernente l’applicazione alle SIM e ai gruppi di SIM delle norme CRDIV/CRR, per adeguarla all’evoluzione del quadro normativo europeo in materia di gestione del rischio di tasso d’interesse derivante da attività diverse dalla negoziazione e di prove di stress degli enti.

Le modifiche sono volte a recepire gli Orientamenti EBA su:

  • la gestione del rischio di tasso di interesse derivante da attività diverse dalla negoziazione (non-trading book activities) che contengono linee guida indirizzate alle banche e alle SIM relative alle aspettative di vigilanza sui sistemi che gli enti sono tenuti ad attuare per identificare, valutare e gestire il rischio di tasso di interesse del “portafoglio bancario” (banking book);
  • le prove di stress degli enti che contengono linee guida indirizzate alle banche e alle SIM su requisiti organizzativi, metodologie e processi comuni per l’esecuzione delle prove di stress interne.

La presente modifica normativa entra in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. In linea con quanto già disposto per le banche, le SIM e i gruppi di SIM, entro 60 giorni dalla pubblicazione, devono adeguare almeno i sistemi di risk management, per poi completare il pieno allineamento alle nuove GL nel resoconto ICAAP del 2021.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.