Lavoro e previdenza
27/06/2012

Fondo di garanzia per il TFR: in caso di cessione del credito anche le società finanziarie possono chiederne l’intervento

Pubblicata la Circolare INPS n. 89 del 26 giugno 2012 avente ad oggetto l’ "Intervento del fondo di garanzia di cui all’art. 2 della l. n. 297/82 in caso di cessione del credito in favore di società finanziarie – modifiche alla circolare n. 74 del 15 luglio 2008".

L’art. 2 della Legge 29 maggio 1982, n. 297, istitutivo del Fondo di garanzia per il trattamento di fine rapporto, ai commi 2 e 5 stabilisce che l’intervento del Fondo può essere richiesto dal lavoratore o dai suoi aventi diritto.

Sul punto la Cassazione ha recentemente chiarito come per “aventi diritto” debbano intendersi non soltanto gli eredi del prestatore di lavoro indicati dal comma 1 dell’art. 2122 c.c., ma, più in generale, gli aventi causa del lavoratore.

Con la presente Circolare l’INPS ha voluto adeguare le istruzioni impartite in proposito con la circolare n. 74 del 15 luglio 2008, comprendendo nel novero dei soggetti titolati a presentare la domanda di intervento del Fondo anche le società finanziarie e gli altri cessionari a titolo oneroso del TFR.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.