Corporate governance, Emittenti
24/12/2020

Operazioni con parti correlate e remunerazione: le novità della Consob nel webseminar del 19 febbraio

Con le delibere nn. 21623 e 21624 del 10 dicembre 2020 Consob ha approvato le modifiche al Regolamento in materia di Operazioni con Parti Correlate, nonché al Regolamento Emittenti per quanto concerne l’informativa da rendere in materia di politica di remunerazione e di compensi corrisposti, di attuazione della Direttiva (UE) 2017/828 sui diritti degli azionisti (Shareholder Rights Directive 2 - SHRD II).

Le modifiche regolamentari in materia di operazioni con parti correlate entreranno in vigore dal 1° luglio 2021, mentre le modifiche in materia di trasparenza delle remunerazioni saranno applicabili con riferimento alle relazioni sulle remunerazioni da sottoporre al voto delle assemblee ordinarie da tenersi nel 2021 per l’approvazione bilanci relativi agli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2020.

Stante le importanti novità ed impatti che si associano a tale intervento della Consob, la nostra Rivista ha organizzato per il prossimo 19 febbraio un webseminar di analisi delle novità e delle problematiche operative connesse alla loro attuazione pratica.

Di seguito il programma e le modalità di iscrizione.

Le nuove regole sulle operazioni con parti correlate nel contesto della direttiva SHRD2

  • Le modifiche alla Regolamentazione Consob di attuazione della SHRD 2 e del d.lgs. n. 49/2019
    La nuova definizione di “parti correlate”
    L’obbligo di astensione in capo agli amministratori “coinvolti nell’operazione”
    Le operazioni di importo esiguo
    Casi di disapplicazione e di esenzione: le operazioni rivolte a tutti gli azionisti a parità di condizioni e le modifiche all’esenzione in materia di remunerazione

Esponente di Consob in attesa di definitiva conferma

Il conflitto dell’amministratore nella nuova disciplina delle operazioni con parti correlate

  • La definizione di amministratori coinvolti nell’operazione
    Il concetto di conflitto di interesse per conto proprio o di terzi
    Casistiche rilevanti
    Il comportamento richiesto all’amministratore in conflitto
    L’incidenza dell’obbligo di astensione sulle delibere e sui quorum consiliari
    Responsabilità e regime sanzionatorio

Giuseppe Guizzi, Professore ordinario di diritto commerciale, Università di Napoli “Federico II” 

[…]

 

 

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.