Fiscalità generale
01/07/2021

Fatture elettroniche: prorogato il periodo di adesione al servizio di consultazione

Con Provvedimento n. 172890 del 30 giugno 2021, l’Agenzia delle Entrate ha apportato delle modifiche al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 89757 del 30 aprile 2018, come da ultimo modificato dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 56618 del 28 febbraio 2021.

Con il Provvedimento n. 56618 del 28 febbraio 2021 l’Agenzia delle entrate ha modificato le modalità con cui memorizza e rende disponibili in consultazione agli operatori IVA, o agli intermediari dagli stessi delegati, le fatture elettroniche emesse e ricevute nonché, ai consumatori finali, le fatture elettroniche ricevute.

In particolare, è stata prevista l’introduzione di una specifica funzionalità, disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate, per consentire agli operatori IVA - o un intermediario appositamente delegato - ovvero al consumatore finale di aderire espressamente al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.

Con successivi provvedimenti è stato disposto, tra l’altro, lo slittamento di alcuni termini connessi al servizio di consultazione, stabilendo che la funzionalità di adesione al suddetto servizio fosse resa disponibile dal 1° luglio 2019 fino al 31 ottobre 2019, preservando, in questo periodo transitorio, la consultazione da parte degli operatori IVA di tutte le fatture emesse e ricevute dalla data di entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica.

Le modifiche introdotte dal Provvedimento odierno riguardano la proroga del periodo transitorio, in attesa dell’entrata in vigore delle nuove modalità, per la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici, in quanto è ancora in corso l’interlocuzione con il Garante per la Privacy per l’adozione di idonee misure di garanzia a tutela dei diritti e delle libertà degli interessati mediante la previsione di apposite misure di sicurezza, anche di carattere organizzativo, in conformità alle disposizioni del Regolamento (UE) n. 2016/679 (GDPR).

I nuovi termini sono stati prorogati dal 30 giugno 2021 al 30 settembre 2021.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.