WEBINAR / 1 ottobre
DORA e servizi ICT di terze parti


La gestione dei rapporti contrattuali e dei processi

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 6/09


WEBINAR / 1 ottobre
DORA e servizi ICT di terze parti
www.dirittobancario.it
Flash News

Titoli di Stato: proposte ICMA sulla trasparenza post-negoziazione

15 Febbraio 2023
Di cosa si parla in questo articolo

L’ICMA ha pubblicato una proposta per un quadro di trasparenza post-negoziazione per i Titoli di stato negoziati nell’UE, nel contesto dell’attuale revisione del MiFIR.

Le tre raccomandazioni chiave della proposta sono

  • la necessità di un approccio armonizzato alla trasparenza del mercato dei titoli di stato nei diversi Paesi UE;
  • la fine dell’attuale possibilità di omissione dei volumi e di aggregazione indefinita delle operazioni;
  • la possibilità di rinviare la pubblicazione di alcune operazioni laddove ciò potrebbe essere dannoso per la liquidità del mercato e sulla base di criteri specifici, ad esempio la liquidità dell’obbligazione sottostante.

L’ICMA e i suoi membri ritengono che l’inclusione di dati significativi post-negoziazione per il mercato dei titoli di stato sia fondamentale per l’integrità del mercato UE. Ciò contribuirà inoltre a migliorare la resilienza e la liquidità dei mercati dei titoli di stato dell’UE, a vantaggio degli emittenti nazionali e a sostegno della crescita economica.

In base all’attuale regime di segnalazione post-negoziazione del MiFIR, i dettagli di un numero significativo di operazioni su titoli di stato sono mascherati a tempo indeterminato, compromettendo l’utilità di queste informazioni e compromettendo gli obiettivi e i benefici di una maggiore trasparenza post-negoziazione nell’Unione.

La proposta dell’ICMA mira a ottimizzare la trasparenza, fornendo al contempo una protezione sufficiente ai paesi emittenti più piccoli, ai market maker e agli altri fornitori di liquidità.

Si tratta inoltre di un quadro di riferimento relativamente semplice e facilmente adottabile che integra le principali determinanti della liquidità del mercato sottostante.

Il quadro di riferimento proposto per la trasparenza dei titoli di stato consente di differire la segnalazione di alcune operazioni per un periodo limitato, sulla base di considerazioni relative alla dimensione relativa dell’operazione e alla liquidità determinata delle obbligazioni sottostanti.

In questo modo si riconosce anche che la struttura del mercato sottostante e le dinamiche di liquidità delle obbligazioni sovrane sono molto diverse da quelle delle obbligazioni societarie, richiedendo quindi un quadro di trasparenza distinto.

Le soglie per determinare l’applicazione di un differimento si basano su tre variabili chiave: l’entità dell’operazione, l’importo in circolazione dell’emissione sottostante e il tempo mancante alla scadenza dell’obbligazione sottostante.

L’ICMA raccomanda che spetti alle autorità determinare le calibrazioni appropriate delle soglie e del differimento nell’ambito del processo normativo di secondo livello, con il contributo di un gruppo consultivo formalizzato di esperti di mercato.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 17 Settembre
La nuova governance antiriciclaggio nelle assicurazioni


Provvedimento IVASS 4 giugno 2024 n. 144

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 29/08


WEBINAR / 1 ottobre
DORA e servizi ICT di terze parti


La gestione dei rapporti contrattuali e dei processi

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 6/09

Iscriviti alla nostra Newsletter