WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/01

WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Sanzioni tributarie: l’esenzione per incertezza normativa non è esclusa in caso di interpretazione ministeriale

20 Gennaio 2012

Cassazione Civile, Sez. Trib., 28 dicembre 2011, n. 29401

Con sentenza n. 29401 del 28 dicembre 2011, la Corte di Cassazione affronta il tema dell’esenzione del contribuente da responsabilità amministrativa tributaria per incertezza normativa oggettiva.

Richiamando i propri precedenti orientamenti, la Corte ricorda come, in generale, l’esenzione da sanzioni tributarie postula una condizione di inevitabile incertezza sul contenuto, sull’oggetto e sui destinatari della norma tributaria, ovverosia l’insicurezza ed equivocità del risultato conseguito attraverso il procedimento d’interpretazione normativa. Tale attività interpretativa deve essere demandata al giudice, unico soggetto dell’ordinamento cui è attribuito il potere-dovere di accertare la ragionevolezza di una determinata interpretazione.

Diversamente, la c.d. “interpretazione ministeriale”, sia essa contenuta in circolari o in risoluzioni, non vincola nè i contribuenti né i giudici, nè costituisce fonte di diritto.

Per tale motivo, le Istruzioni Ministeriali per la dichiarazione dei redditi non costituiscano elemento sufficiente ad escludere la ricorrenza della fattispecie di cui dell’art. 8 del d.lgs. 546/92 secondo cui “la commissione tributaria dichiara non applicabili le sanzioni non penali previste dalle leggi tributarie quando la violazione è giustificata da obiettive condizioni di incertezza sulla portata e sull’ambito di applicazione delle disposizioni alle quali si riferisce”.


WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/01
Iscriviti alla nostra Newsletter