WEBINAR / 27 marzo
I servizi finanziari conclusi a distanza alla luce della Direttiva (UE) 2023/2673
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 13/03

WEBINAR / 27 marzo
I servizi finanziari conclusi a distanza alla luce della Direttiva (UE) 2023/2673
www.dirittobancario.it
Flash News

PRIIPs: nuove proroghe per alcune disposizioni su KID ed altre informazioni

24 Giugno 2022
Di cosa si parla in questo articolo

Pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 24 giugno 2022 il Regolamento Delegato (UE) 2022/975 di proroga del termine di applicazione di alcuni RTS in materia di KID e altre informazioni relative ai prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati (PRIIPs).

In particolare, è stato ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2022 anziché il (30 giugno 2022) il regime transitorio previsto dall’articolo 14, paragrafo 2, del Regolamento delegato (UE) 2017/653.

Tale norma consente agli ideatori di PRIIPs di utilizzare il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID – Key Investor Information Document) redatto ai sensi della direttiva 2009/65/CE (Direttiva UCITS IV) per fornire informazioni specifiche ai fini del documenti contenenti le informazioni chiave (KID – Key Information Document) qualora almeno una delle opzioni di investimento sottostante sia un OICVM o un fondo diverso da un OICVM di cui all’articolo 32 del regolamento (UE) n. 1286/2014.

In secondo luogo, è stato ulteriormente prorogato al 1° gennaio 2023 (anziché al 1° luglio 2022) il termine di applicazione del Regolamento delegato (UE) 2021/2268, relativo ad alcune informazioni che devono essere fornite in caso di PRIIPs

Con odierna comunicazione della Commissione europea, ripresa poi anche dalle Autorità di viglanza europee (ESAs), è stato evidenziato come l’entrata in vigore del Regolamento Delegato (UE) 2022/975, fissata 20 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ossia il 14 luglio 2022, si ponga in contrasto con le proroghe dallo stesso previste e sopra indicate.

La Commissione europea e le ESAs si aspettano quindi che le autorità nazionali competenti tengano conto di questi elementi nell’esercizio delle loro funzioni di vigilanza.

Di cosa si parla in questo articolo
Gli Atti dei Convegni ed Eventi organizzati da Diritto Bancario raccolti in una banca dati dedicata

WEBINAR / 27 marzo
I servizi finanziari conclusi a distanza alla luce della Direttiva (UE) 2023/2673
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 13/03
Iscriviti alla nostra Newsletter