WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024. Novità per le banche e problematiche operative
www.dirittobancario.it
Flash News

Patrimonio Destinato: in GU il decreto sulle misure CDP per le grandi imprese

11 Marzo 2021
Di cosa si parla in questo articolo

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 59 del 10 marzo 2021 il decreto Ministero dell’economia e delle finanze 3 febbraio 2021, n. 26, con cui è stato emanato il Regolamento concernente i requisiti di accesso, condizioni, criteri e modalità degli investimenti del Patrimonio Destinato (c.d. Patrimonio Rilancio).

Il Patrimonio Rilancio è costituito da CDP S.p.A. al fine di attuare interventi e operazioni di sostegno e rilancio del sistema economico-produttivo italiano in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il Patrimonio Destinato opera nelle forme e alle condizioni previste dal quadro normativo dell’Unione europea sugli aiuti di Stato adottato per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da “COVID-19” ovvero a condizioni di mercato.

Gli interventi del Patrimonio Destinato hanno ad oggetto società per azioni, anche con azioni quotate in mercati regolamentati, comprese quelle costituite in forma cooperativa che: hanno sede legale in Italia; non operano nel settore bancario, finanziario o assicurativo; presentano un fatturato annuo superiore a euro cinquanta milioni.

Il presente Regolamento definisce in particolare:

  • i requisiti di accesso, le condizioni, i criteri e le modalità degli interventi del Patrimonio Destinato;
  • i contenuti essenziali del Regolamento del Patrimonio Destinato; c) i criteri di valutazione della congruità del Patrimonio Destinato;
  • i criteri e le modalità di restituzione al Ministero dell’economia e delle finanze da parte di CDP S.p.A. della quota degli apporti che risulti eventualmente eccedente rispetto alle finalità per cui è costituito il Patrimonio Destinato;
  • i criteri, le condizioni e le modalità di operatività della garanzia di ultima istanza dello Stato sulle obbligazioni del Patrimonio Destinato;
  • la remunerazione e il funzionamento del conto corrente di tesoreria centrale fruttifero su cui confluiscono le disponibilità liquide del Patrimonio Destinato.

Il decreto entra in vigore a partire dal 25 marzo 2021.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 23 Maggio
Titolare effettivo in trust e istituti affini: nuova guida GAFI

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/05

Iscriviti alla nostra Newsletter