WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06


WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche
www.dirittobancario.it
Flash News

NZIA: il Consiglio adotta il Net-Zero Industry Act

27 Maggio 2024
Di cosa si parla in questo articolo

Il Consiglio UE ha adottato oggi la proposta di Regolamento che istituisce un quadro di misure per il rafforzamento dell’ecosistema produttivo europeo a tecnologia zero, meglio noto come “atto per l’industria a tecnologia zero” (Net-Zero Industry Act, NZIA).

Si tratta dell’ultima fase del processo decisionale, dopo l’accordo di trilogo fra Parlamento europeo e Consiglio dello scorso 6 febbraio 2024, e la prima approvazione del testo da parte del Parlamento UE il 25 aprile 2024.

Il Regolamento mira a promuovere la diffusione industriale delle tecnologie a zero emissioni, necessarie per raggiungere gli obiettivi climatici dell’UE, sfruttando la forza del mercato unico per rafforzare la posizione dell’Europa come leader nelle tecnologie verdi industriali: creando un ambiente commerciale unificato per il settore manifatturiero delle tecnologie pulite, l’auspicio è che la NZIA aumenti la competitività e la resilienza della base industriale dell’UE e sostenga la creazione di posti di lavoro di qualità e una forza lavoro qualificata.

Incrementando la produzione interna dell’UE di tecnologie a zero emissioni, inoltre, NZIA ridurrà il rischio di sostituire la dipendenza dai combustibili fossili con una dipendenza tecnologica da attori esterni.

Il Regolamento, in particolare:

  • stabilisce un parametro di riferimento per la capacità di produzione di tecnologie strategiche a zero emissioni per soddisfare almeno il 40% del fabbisogno annuale dell’UE entro il 2030
  • fissa un obiettivo di 50 milioni di tonnellate di capacità di iniezione annuale nei siti di stoccaggio geologico di CO2 dell’UE entro il 2030, al fine du sostenere i progetti di cattura e stoccaggio del carbonio e aumentare la disponibilità di siti di stoccaggio di CO2 in Europa
  • migliora le condizioni per gli investimenti nelle tecnologie net-zero, semplificando e accelerando le procedure di autorizzazione, riducendo gli oneri amministrativi e facilitando l’accesso ai mercati
  • prevede misure per gli investimenti nell’istruzione, nella formazione e nell’innovazione, con l’istituzione di accademie industriali Net-Zero per la formazione di 100.000 lavoratori entro tre anni e il sostegno al riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali
  • istituirà sandbox normative per testare tecnologie innovative a zero emissioni in condizioni di flessibilità normativa
  • istituisce la piattaforma Net-Zero Europe, che fungerà da centro di coordinamento centrale, dove la Commissione e i Paesi dell’UE potranno discutere e scambiare informazioni e raccogliere i contributi delle parti interessate
  • sostiene le industrie ad alta intensità energetica, come quelle siderurgiche, chimiche o del cemento, che producono componenti utilizzati in queste tecnologie a zero emissioni e che investono nella decarbonizzazione

Inoltre:

  • Le autorità pubbliche dovranno considerare la sostenibilità, la resilienza, la sicurezza informatica e altri criteri qualitativi nelle procedure di appalto per le tecnologie pulite e nelle aste per la diffusione delle energie rinnovabili
  • Gli Stati membri potranno sostenere una serie di tecnologie a zero emissioni, come il solare fotovoltaico, l’eolico, le pompe di calore, le tecnologie nucleari, le tecnologie dell’idrogeno, le batterie e le tecnologie di rete, stabilendo “progetti strategici” che beneficeranno di uno status prioritario a livello nazionale, di tempi di autorizzazione più brevi e di procedure semplificate.

Il Regolamento entrerà in vigore un giorno decorsi venti giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale UE, prevista per la fine di giugno.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06

Iscriviti alla nostra Newsletter