WEBINAR / 14 maggio
La POG nelle nuove aspettative di vigilanza IVASS
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 24/04

WEBINAR / 14 maggio
La POG nelle nuove aspettative di vigilanza IVASS
www.dirittobancario.it
Flash News

Market talk: i downgrade di alcune regioni spagnole condizionano il mercato

29 Ottobre 2012

Consultique

CDS e Rating

29.10.2012 – Sul fronte della percezione del rischio si continua ad osservare una certa dicotomia tra paesi “safe” che stanno osservando una continua riduzione degli spread sui CDS e i paesi periferici dell’Area Euro che invece stanno vivendo una fase di lento rialzo. In questo senso l’influenza delle agenzie di rating e del paventato effetto contagio sembrano palesi. Proprio in settimana sono arrivati alcuni downgrade su alcune regioni spagnole, ormai valutate al livello spazzatura che hanno inevitabilmente condizionato il mercato. Sulle banche la situazione non migliora di certo. Alcune rassicurazioni sono però arrivate sulla Spagna dove è pronta la creazione di una bad bank per la gestione degli asset tossici e l’apertura di una linea di credito da parte delle autorità europee per la ricapitalizzazione del sistema.

Valute & Commodity

Le valute non modificano la loro impostazione di breve periodo. L’avvicinarsi delle elezioni americane, unite alle continue incertezze sul fronte macro e del debito conferiscono ancora un certo equilibrio al cross EUR/USD. Cosa diversa rispetto ad altre valute dove l’Euro sembra aver portato a compimento una lunga fase di rafforzamento che potrebbe rallentare nelle prossime ottave. Le materie prime seguono in parte l’andamento del cambio EUR/USD, ma in queste ultime settimane sono spinte soprattutto dalle preoccupazioni sul fronte macro. A risentirne sono soprattutto le energetiche e gli industriali che stanno vivendo una fase di forte riduzione dei prezzi.

Dati Macro

Le scarse indicazioni della FED hanno portato qualche scetticismo sul potenziale di crescita degli USA. Nonostante questo il dato sul PIL americano del terzo trimestre ha registrato un aumento del 2%, oltre le attese del 1,8%. La spinta come spesso succede in USA è arrivata da consumi (il lancio del nuovo I-Phone ha sicuramente influenzato il dato), ma anche dal settore edilizio che continua a mostrare segnali di rafforzamento. Molti operatori giudicano però la domanda interna americana ancora debole e le aziende stentano ad investire. Anche alcuni dati sulla fiducia degli imprenditori nel mondo sono migliorati. Primo fra tutti il dato del PMI cinese (ancora sotto 50 però). In settimana alcuni dati sulla fiducia dei consumatori e degli imprenditori in USA e Europa. Dati sulla disoccupazione e in Canada il PIL.

 

 

AVVERTENZA: tutte le presenti informazioni NON DEVONO in alcun modo essere considerate un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di valori mobiliari, avendo carattere meramente informativo. Le presenti informazioni sono state redatte con la massima perizia possibile in ragione dello stato dell’arte delle conoscenze e delle tecnologie. La loro accuratezza e la loro affidabilità non sono comunque in alcun modo e forma fonte di responsabilità da parte di Bancaria Consulting S.r.l., dei suoi soci, delle persone che vi lavorano o collaborano per la preparazione delle medesime. Ogni notizia o opinione espressa nelle presenti informazioni può essere soggetta a cambiamenti o modifiche senza preavviso. In nessun caso Bancaria Consulting S.r.l. o uno qualsiasi dei suoi soci, delle persone che vi lavorano o collaborano potranno essere ritenuti responsabili per danni di qualunque tipo, diretti o indiretti, derivanti o in altro modo legati all’accesso, all’uso o alla divulgazione delle presenti informazioni.


WEBINAR / 14 maggio
La POG nelle nuove aspettative di vigilanza IVASS
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 24/04

WEBINAR / 23 Maggio
Titolare effettivo in trust e istituti affini: nuova guida GAFI
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 07/05