La Newsletter professionale DB
Giornaliera e personalizzabile
www.dirittobancario.it
Flash News

Interessi da obbligazioni: esenzione da imposizione per non residenti

8 Novembre 2023
Di cosa si parla in questo articolo

Con Risposta n. 454 del 07 novembre 2023 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in ordine al regime di esenzione da imposizione sugli interessi derivanti da obbligazioni previsto per i soggetti non residenti di cui all’articolo 6 del decreto legislativo 1 aprile 1996 n. 239.

Come ricordato dall’Agenzia delle Entrate, questo regime di esenzione si applica ai soggetti residenti in paesi e territori che permettono uno scambio adeguato di informazioni secondo quanto previsto nel decreto ministeriale del 4 settembre 1996 (noto c.d. white list).

Per soggetti residenti si intendono le persone fisiche, società, associazioni di persone e qualsiasi altra entità considerata soggetto passivo ai fini fiscali.

Inoltre, lo stesso regime di esenzione si estende ai seguenti soggetti costituiti nei paesi e territori inclusi nella “white list“:

  • enti ed organizzazioni internazionali create in base ad accordi internazionali ratificati in Italia
  • investitori istituzionali stranieri, anche se privi di soggettività fiscale, stabiliti nei paesi white list
  • banche centrali o enti che gestiscono le riserve ufficiali dello Stato.

Il riferimento agli “investitori istituzionali stranieri, anche se privi di soggettività fiscale” è stato introdotta dall’articolo 10 del decreto legge 25 settembre 2001, n. 350.

Per investitori istituzionali esteri devono intendersi quegli enti che svolgono l’attività di effettuazione e di gestione di investimenti per conto proprio o di terzi, indipendentemente dalla loro forma legale e dal trattamento fiscale dei loro redditi nel paese in cui sono costituiti.

Ciò premesso, con riferimento al caso di specie, l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto l’applicabilità del regime di esenzione per i soggetti non residenti in capo alla società istante in quanto soggetto passivo di imposta in Lussemburgo, Paese incluso nella c.d. white list, ove è soggetto a tassazione secondo la legislazione fiscale lussemburghese che non prevede alcun tipo di esenzione dalle imposte sui redditi per la società di cartolarizzazione costituite in forma societaria.

Di cosa si parla in questo articolo
Iscriviti alla nostra Newsletter
Una raccolta sempre aggiornata di Atti, Approfondimenti, Normativa, Giurisprudenza.
Iscriviti alla nostra Newsletter