WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024. Novità per le banche e problematiche operative
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Indagini finanziarie: per legittimare l’accertamento occorre la prova della riferibilità al contribuente dei movimenti sul conto a lui non intestato

9 Luglio 2018

Sara Tonolli

Cassazione Civile, Sez. V, 13 aprile 2018, n.9212 – Pres. Virgilio, Rel. Perrino

In materia di avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Entrate nei confronti di una società sulla base di indagini finanziarie svolte sulle persone dei soci e di soggetti agli stessi collegati (nella fattispecie la figlia), la Corte di Cassazione afferma che è necessario che la stessa provi che i conti, se pure intestati a soggetti diversi dalla società, nella realtà siano comunque utilizzati, anche in parte, per operazioni riferibili alla contribuente. Tale prova può essere fornita anche tramite presunzioni, e senza necessità di provare che tutte le movimentazioni di tali rapporti rispecchino operazioni aziendali.

In sintesi, secondo la Suprema Corte, è necessario che l’Amministrazione Finanziaria alleghi elementi idonei a far presumere che i conti esaminati siano utilizzati dalla società, senza che però sia necessario provare che gli stessi siano stati fittiziamente intestati ai terzi.


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06

Una raccolta sempre aggiornata di Atti, Approfondimenti, Normativa, Giurisprudenza.
Iscriviti alla nostra Newsletter