WEBINAR / 1 ottobre
DORA e servizi ICT di terze parti


La gestione dei rapporti contrattuali e dei processi

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 6/09


WEBINAR / 1 ottobre
DORA e servizi ICT di terze parti
www.dirittobancario.it
Flash News

Identità digitale europea: accordo sul nuovo Regolamento europeo

15 Novembre 2023
Di cosa si parla in questo articolo

Il Consiglio ed il Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo in occasione del trilogo finale sul regolamento che ridefinisce il quadro per l’identità digitale europea (eID) introducendo i portafogli europei di identità digitale.

In base al nuovo regolamento, gli Stati membri forniranno ai cittadini e alle imprese portafogli digitali che collegano le loro identità digitali nazionali ad altri documenti personali (attestati scolastici, patenti, conti bancari, etc.) che potranno quindi essere condivisi tramite il proprio portafoglio digitale, con un semplice clic sul loro telefono cellulare.

L’accorso finale sul regolamento sull’identità digitale europea segue quello provvisorio raggiunto a giugno di quest’anno, integrando le seguenti novità:

  • per quanto riguarda le firme elettroniche, l’utilizzo del portafoglio sarà, di norma, gratuito per le persone fisiche, ma gli Stati membri possono prevedere misure volte a garantire che l’uso gratuito sia limitato ai fini non professionali;
  • emissione, uso e revoca del portafoglio di identità digitale dell’UE saranno gratuiti per tutte le persone fisiche;
  • gli Stati membri forniranno meccanismi di convalida degli attestati elettronici di attributi gratuiti solo per verificare autenticità e validità del portafoglio e dell’identità delle parti che fanno affidamento sulla certificazione;
  • i codice dei portafogli, ovvero le componenti software per le applicazioni, saranno in formato open source, ma gli Stati, per giustificati motivi, possono non divulgare componenti specifici diversi da quelli installati sui dispositivi dell’utente
  • viene garantita coerenza tra il portafoglio tra mezzo di identificazione elettronica e il sistema sottostante nell’ambito del quale è stato emesso.

Viene infine chiarito l’ambito di applicazione dei certificati qualificati di autenticazione di siti web, garantendo agli utenti la verifica dell’amministratore di un sito web, preservando norme e standard di sicurezza consolidati nel settore.

Il testo del regolamento sull’identità digitale europea dovrà essere formalmente adottato dal Parlamento e dal Consiglio dell’UE per poi essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 26 settembre
Operazioni di pagamento non autorizzate: nuove aspettative di vigilanza


Comunicazione Banca d’Italia 17 giugno 2024

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 3/09


WEBINAR / 1 ottobre
DORA e servizi ICT di terze parti


La gestione dei rapporti contrattuali e dei processi

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 6/09

Iscriviti alla nostra Newsletter