WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale
www.dirittobancario.it
Flash News

IAIS: nuovo paper su regole di condotta e i presidi organizzativi applicabili agli intermediari assicurativi

18 Novembre 2016
Di cosa si parla in questo articolo

Lo IAIS (International Association of Insurance Supervisors) ha pubblicato un nuovo Application Paper volto a fornire chiarimenti circa l’attuazione di taluni Insurance Core Principles (ICPs) riguardanti le regole di condotta e i presidi organizzativi applicabili agli intermediari assicurativi, illustrando, altresì, alcuni casi esemplificativi raccolti dalle autorità di vigilanza nazionali nell’ambito di una specifica supervisory survey[1].

In particolare, l’Application Paper in oggetto reca chiarimenti relativi agli ICPs 18.0 – 18.21, avendo riguardo ai seguenti profili:

  • le differenti tipologie di attività d’intermediazione e d’intermediari assicurativi;
  • i diversi approcci di vigilanza in relazione all’intermediazione assicurativa (distinguendo, nello specifico, tra l’impostazione prudenziale e la vigilanza ristretta al rispetto delle regole di condotta applicabili al rapporto con la clientela); e
  • i presidi di trasparenza e correttezza nello svolgimento dell’attività d’intermediazione.

Si segnalano, nel dettaglio, le indicazioni contenute nell’Application Paper afferenti a:

  1. il regime della responsabilità civile di impresa assicurativa preponente e intermediario assicurativo (cfr. par. 35). In particolare, lo IAIS suggerisce di assoggettare al regime di responsabilità solidale anche gli intermediari mediatori (brokers) e tale indicazione risulta innovativa rispetto al nostro ordinamento nazionale (si veda l’articolo 119, co. II° del Codice delle Assicurazioni Private, che prescrive il regime di responsabilità solidale anzidetto nel caso di incarichi conferiti ad intermediari iscritti alla sezione D del Registro Unico degli Intermediari Assicurativi, laddove i brokers sono invece iscritti alla sezione B del Registro medesimo).
  2. All’importanza del monitoraggio dei reclami, anche in prospettiva di migliore selezione delle reti distributive e di product intervention (cfr. par. 52 – 53).
  3. All’effettività e proporzionalità delle sanzioni irrogate dalle autorità di vigilanza (cfr. par. 70 – 72).
  4. Alla necessità di un maggiore focus regolamentare sui presidi di governance adottati dagli intermediari, con particolare attenzione alla disciplina della remunerazione (cfr. par. 100 e 124 – 127).


[1] Si ricorda che allo IAIS aderiscono, su base volontaria, le autorità di vigilanza sul settore assicurativo di circa 200 ordinamenti (inclusa l’IVASS); inoltre, tale associazione sovranazionale agisce in coordinamento, tra gli altri, con il Financial Stability Board (FSB), il Basel Committee on Banking Supervision (BCBS) e l’International Organisation of Securities Commissions (IOSCO). 

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/01
Iscriviti alla nostra Newsletter