WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024


Novità per le banche e problematiche operative

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/06


WEBINAR / 21 giugno
Il pignoramento presso terzi alla luce del decreto n. 19/2024. Novità per le banche e problematiche operative
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Giurisdizione italiana, non inglese, nelle controversie finanziarie con clausola di proroga

23 Dicembre 2016

Tribunale di Milano, 06 dicembre 2016

Secondo il Tribunale di Milano, anche in materia di intermediazione finanziaria operano i principi espressi dalla Corte di Giustizia e così, salvo eccezioni, non è consentito il sindacato della competenza giurisdizionale di uno Stato membro (nella specie, quello italiano, preventivamente adito) da parte di un giudice di un altro Stato membro (nella specie, quello inglese) e ciò in virtù del più ampio principio della fiducia reciproca tra gli Stati nei rispettivi sistemi giuridici ed istituzioni giudiziarie. Pertanto, se il giudice italiano è stato preventivamente adito per il merito, la sua competenza a decidere sull’eccezione di giurisdizione non è esclusa da un Judgment della High Court of Justice di Londra che, successivamente adita, abbia ritenuto sussistere la giurisdizione inglese.

Secondo il Tribunale di Milano, inoltre, vale il principio espresso dalle Sezioni Unite della Cassazione secondo cui le clausole di proroga della giurisdizione debbono essere interpretate restrittivamente e la sussistenza della giurisdizione del giudice italiano deve essere verificata con esclusivo riferimento alla domanda principale.


WEBINAR / 30 Maggio
Clausole di fallback e piani di sostituzione nel nuovo 118-bis TUB

ZOOM MEETING
Offerte per iscrizioni entro il 16/05


WEBINAR / 23 Maggio
Titolare effettivo in trust e istituti affini: nuova guida GAFI

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 07/05

Iscriviti alla nostra Newsletter