WEBINAR / 24 maggio
La consultazione IVASS sulle polizze unit e index linked e la disciplina dei prodotti vita
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 05/05

WEBINAR / 24 maggio
La consultazione IVASS sulle polizze unit e index linked e la disciplina dei prodotti vita
www.dirittobancario.it
Flash News

European Green Bond: parere BCE sulla proposta di Regolamento

19 Gennaio 2022
Di cosa si parla in questo articolo

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 19 gennaio 2022, il parere della Banca Centrale Europea del 5 novembre 2021 relativo a una proposta di Regolamento sulle obbligazioni verdi europee (EuGB).

In particolare, la BCE accoglie con favore la proposta di Regolamento. Il conseguimento degli obiettivi stabiliti nel Green Deal europeo e nell’accordo di Parigi e sanciti nel Regolamento (UE) 2021/1119 del Parlamento europeo e del Consiglio («Normativa europea sul clima»).

La finanza sostenibile, evidenzia la BCE, può svolgere un ruolo importante al riguardo consentendo agli investitori di individuare gli investimenti ecosostenibili e di adeguare i loro portafogli secondo le proprie preferenze in materia di sostenibilità. Tra i prodotti della finanza sostenibile, le obbligazioni verdi rappresentano un segmento in rapida crescita e altamente visibile: un’ulteriore crescita del mercato delle obbligazioni verdi ad alta trasparenza può contribuire a colmare la carenza di investimenti sostenibili e a soddisfare la crescente domanda di investitori ambientali, sociali e di governance (environmental, social, and governance, ESG). A tal fine, si accoglie con favore un quadro di riferimento pubblico per le obbligazioni verdi chiaro e affidabile.

L’esistenza di una norma per le EuGB incentiverà la creazione di attività e progetti sostenibili sottostanti coerenti con gli obiettivi ambientali dell’Unione, in particolare la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento ai medesimi, come previsto nel Regolamento (UE) 2020/852 (Regolamento sulla tassonomia»). Da questo punto di vista, collegare la norma per le EuGB al Regolamento sulla tassonomia è un passo importante per garantire che le attività ecosostenibili ottengano il necessario accesso ai finanziamenti tramite strumenti di debito. Favorire il finanziamento di attività che contribuiscono in modo sostanziale agli obiettivi ambientali definiti nel Regolamento sulla tassonomia può sostenere l’evoluzione dell’economia dell’Unione verso il conseguimento degli obiettivi ambientali dell’Unione.

La BCE appoggia l’obiettivo della proposta di Regolamento di istituire un quadro armonizzato per le EuGB, in quanto ciò accrescerebbe la garanzia che tali obbligazioni verdi contribuiscano realmente a sostenere la transizione verso un’economia più verde, aumentino la disponibilità e la trasparenza dei dati e migliorino la comparabilità, l’affidabilità e, di conseguenza, l’efficienza della determinazione dei prezzi delle obbligazioni verdi. Il mercato delle obbligazioni verdi soffre attualmente di diverse carenze. In particolare, le norme settoriali esistenti per l’etichettatura delle obbligazioni verdi si basano su definizioni di sottostanti progetti verdi che non sono sufficientemente standardizzate, rigorose o complete.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 10 giugno
La Direttiva su gestori ed acquirenti di NPL bancari


Impatto regolamentare e prospettive per il mercato secondario italiano

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/05