WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06


WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche
www.dirittobancario.it
Flash News

Energia da fonti rinnovabili: in consultazione gli orientamenti ARERA sulla compensazione

30 Marzo 2022
Di cosa si parla in questo articolo

L’autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha posto in pubblica consultazione i propri orientamenti ai fini dell’attuazione dell’articolo 15-bis del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4, coordinato con la legge di conversione 28 marzo 2022, n. 25 (Decreto sostegni ter).

Più in dettaglio, vengono riportati gli orientamenti al fine di definire le procedure per individuare la quantità di energia immessa a cui si applica l’articolo 15-bis del decreto-legge 4/22 e per quantificare le associate partite economiche, oggetto di regolazione con il GSE.

Dal punto di vista operativo l’ARERA individua gli impianti di produzione a cui si applica l’articolo 15-bis del decreto-legge 4/22. Essi sono:

  • gli impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW ammessi a beneficiare di premi fissi derivanti dal meccanismo del Conto Energia, non dipendenti dai prezzi di mercato, cioè degli incentivi di cui ai decreti interministeriali 28 luglio 2005, 19 febbraio 2007, 6 agosto 2010 e 5 maggio 2011 (per quest’ultimo ad eccezione degli impianti che beneficiano dell’incentivo di tipo feed in tariff). Non rientrano gli impianti ammessi a beneficiare degli incentivi di cui al decreto interministeriale 5 luglio 2012 o al decreto interministeriale 4 luglio 2019 in quanto tali incentivi sono dipendenti dai prezzi di mercato dell’energia elettrica;
  • gli impianti di potenza superiore a 20 kW alimentati da fonte solare, idrica, geotermica ed eolica che non accedono a meccanismi di incentivazione, entrati in esercizio in data antecedente al 1° gennaio 2010. Rientrano in questo punto anche gli impianti che non sono incentivati e che cedono l’energia al GSE tramite il ritiro dedicato (ivi inclusi quelli che beneficiano dei prezzi minimi garantiti) o lo scambio sul posto. 8 Rientrano anche gli impianti di produzione inclusi in sistemi di autoconsumo e in sistemi di distribuzione chiusi.

Si ricorda che il decreto Sostegni ter, all’articolo 15-bis, ha previsto che:

  • a decorrere dalla data dell’1 febbraio 2022 e fino alla data del 31 dicembre 2022, sia applicato un meccanismo di compensazione a due vie sul prezzo dell’energia, in riferimento all’energia elettrica immessa in rete da: a) impianti fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW che beneficiano di premi fissi derivanti dal meccanismo del Conto Energia, non dipendenti dai prezzi di mercato; b) impianti di potenza superiore a 20 kW alimentati da fonte solare, idroelettrica, geotermoelettrica ed eolica che non accedono a meccanismi di incentivazione, entrati in esercizio in data antecedente al 1° gennaio 2010;
  • i produttori interessati, previa richiesta da parte del Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. (di seguito: GSE), trasmettano al medesimo, entro trenta giorni dalla medesima richiesta, una dichiarazione, redatta ai sensi del dPR 445/00, che attesti le informazioni necessarie per le finalità di cui al medesimo articolo, come individuate dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente.

La consultazione avrà termine il 22 aprile 2022.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 05 Luglio
e-IDAS2, contratti dematerializzati e firme elettroniche


Novità normative e problematiche attuali

ZOOM MEETING

Offerte per iscrizioni entro il 19/06

La Newsletter professionale DB
Giornaliera e personalizzabile
Iscriviti alla nostra Newsletter