WEBINAR / 14 ottobre
SFDR: i nuovi RTS sull’informativa sulla sostenibilità


In vigore dal 1° gennaio 2023

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 23/09

WEBINAR / 14 ottobre
SFDR: i nuovi RTS sull’informativa sulla sostenibilità
www.dirittobancario.it
Flash News

Disclosure, incentivi e regole di adeguatezza per gli investitori al dettaglio

10 Agosto 2022
Di cosa si parla in questo articolo

La Commissione europea ha pubblicato un rapporto su disclosure, incentivi e regole di adeguatezza con riferimento agli investitori al dettaglio.

I mercati finanziari, evidenzia la Commissione Ue,  sono caratterizzati da un complessità intrinseca, con il rischio che le decisioni prese dai consumatori non soddisfino necessariamente le loro reali esigenze quando entrano in questi mercati come potenziali acquirenti, ma piuttosto avvantaggiano i fornitori o intermediari coinvolti nella vendita di prodotti finanziari.

La diversità dei prodotti e il modo in cui sono presentati rende difficile per molti consumatori eseguire una valutazione completa e razionale delle informazioni e seguire un processo decisionale informato soppesando i rischi (assoluti e relativi) e i costi delle diverse offerte di investimento.

Esiste quindi il rischio che le decisioni di investimento siano guidate da fattori diversi dalla scelta razionale.

La legislazione dell’UE nel settore della protezione degli investitori al dettaglio ha lo scopo:

  • di affrontare le sfide derivanti dall’asimmetria informativa e dalla mancanza di trasparenza dei prodotti;
  • di rendere la fornitura di prodotti finanziari più facilmente accessibile per i consumatori attraverso l’informativa precontrattuale e anche a garantire che i consulenti agiscano nel migliore interesse del cliente e siano in grado di offrire una consulenza imparziale sulla base di una chiara valutazione delle necessità dei cliente, degli obiettivi e della loro situazione finanziaria;
  • di prevenire i conflitti di interesse e garantire che i potenziali conflitti di interesse siano oggetto di adeguata disclosure;

In questo contesto, la Commissione europea ha commissionato uno studio per lo sviluppo della strategia di investimento al dettaglio annunciata per il 2022, che è una delle azioni previste nell’ambito del Piano d’azione della Capital Markets Union.

L’obiettivo della strategia di investimento al dettaglio è di rispondere alle nuove sfide del mercato, come la crescente digitalizzazione della consulenza in materia di investimenti e l’uso dei canali di distribuzione digitali.

Gli obiettivi della strategia di investimento al dettaglio, come definiti nel piano d’azione della CMU, dovrebbero garantire che gli investitori al dettaglio nell’UE:

  • beneficino di una protezione adeguata;
  • abbiano una consulenza priva di pregiudizi e un trattamento equo;
  • abbiano accesso a mercati aperti con una varietà di servizi e prodotti finanziari competitivi ed economici;
  • abbiano informazioni trasparenti, comparabili e comprensibili sui prodotti.
Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 14 ottobre
SFDR: i nuovi RTS sull’informativa sulla sostenibilità


In vigore dal 1° gennaio 2023

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 23/09