WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale
www.dirittobancario.it
Flash News

Derivati OTC: nuovo report Financial Stability Board sullo stato delle riforme dei mercati

28 Luglio 2015
Di cosa si parla in questo articolo

Il 24 luglio 2015 è stato pubblicato il nono report Financial Stability Board sullo stato delle riforme relative ai mercati in cui sono negoziati derivati OTC.

Nel 2009 i leaders dei paesi facenti parte del G20 decisero di riformare i mercati in cui venivano negoziati derivati OTC al fine di incrementarne la trasparenza, prevenire fenomeni di market abuse e meglio gestire rischi di tipo sistemico. Per raggiungere tali obbiettivi si decise: a) di assoggettare a segnalazione tutti i contratti derivati OTC; b) che tutti i contratti derivati standardizzati dovevano essere negoziati su mercati e/o piattaforme elettroniche di negoziazione nonché sottoposti a clearing da parte di controparti centralizzate; c) che i contratti derivati per i quali non trovano applicazione gli obblighi di clearing centralizzati dovevano essere assoggettati a requisiti di capitale aggiuntivi.

Il report ritiene che la fase di implementazione delle riforme sia correttamente in atto evidenziando i seguenti aspetti principali: a) le riforme relative agli obblighi di trading e di capitale aggiuntivo con riguardo a derivati non soggetti a obblighi di clearing centralizzati sono in uno stato maggiormente avanzato; b) sono stati fatti dei passi in avanti per promuovere un clearing centralizzato di derivati OTC standardizzati; c) solo alcune delle giurisdizioni facenti parte del financial stability board hanno promosso l’esecuzione di contratti standardizzati su piattaforme di trading regolamentate; d) la maggior parte delle giurisdizioni ha da poco avviato processi di implementazione, in linea con il quadro BCBS-IOSCO, con riguardo ai requisiti di margine applicabili ai derivati che non sono oggetto di clearing centralizzato; e) la disponibilità e l’utilizzo di infrastrutture centralizzate per supportare l’utilizzo di derivati OTC continua ad incrementare.

Il report indica alcuni temi che pur essendo stati già oggetto di analisi devono tuttavia essere ancora implementati quali, azioni da intraprendere per armonizzare gli obblighi di reporting e avvio di discussioni multilaterali per la gestione di temi regolamentari su base cross-border.

Il Financial Stability Board continuerà a monitorare i processi di riforma relativi ai mercati in cui sono negoziati derivati OTC. E’ possibile presentare commenti al report entro il 24 agosto 2015.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/01