Iscriviti alla nostra Newsletter
www.dirittobancario.it
Flash News

Chiarimenti AE sul regime fiscale applicabile all’assegnazione di azioni a dipendenti in sede di capitalizzazione

5 Settembre 2019
Di cosa si parla in questo articolo

Con Risposta n. 347 del 26 agosto 2019 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in relazione al regime fiscale applicabile all’assegnazione di azioni a dipendenti effettuata in sede di capitalizzazione.

Sul punto l’Agenzia ha ricordato come l’articolo 51 del Tuir, nel disciplinare le modalità di determinazione del reddito di lavoro dipendente, sancisce il principio dell’onnicomprensività, secondo cui tutte “le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro” costituiscono reddito di lavoro dipendente per il lavoratore.

Pertanto, sia gli emolumenti in denaro, che in natura, tra i quali sono da ricomprendere le azioni, offerti dal datore di lavoro ai propri dipendenti, costituiscono, in generale, redditi imponibili e, in quanto tali, concorrono alla determinazione del reddito di lavoro dipendente.

Più precisamente, per quanto concerne l’assegnazione di azioni, il predetto principio è applicabile anche nell’ipotesi in cui la sottoscrizione del capitale di una società avvenga in sede di aumento successivo alla sua costituzione.

Di cosa si parla in questo articolo
La Newsletter professionale DB
Giornaliera e personalizzabile
Una raccolta sempre aggiornata di Atti, Approfondimenti, Normativa, Giurisprudenza.
Iscriviti alla nostra Newsletter