WEBINAR / 15 giugno
Credito revolving: nuovi orientamenti Banca d’Italia e impatti operativi
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 26/05

WEBINAR / 15 Giugno 2023
Credito revolving: nuovi orientamenti Banca d’Italia e impatti operativi
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Assegno non trasferibile: esente da responsabilità la banca che dimostri l’adempimento dell’obbligo di identificazione del portatore

23 Novembre 2018

Cassazione Civile, Sez. VI, 12 novembre 2018, n. 28845 – Pres. Amendola Rel. Pellecchia

Di cosa si parla in questo articolo

Ai sensi dell’art. 43, comma 2, del R.d. n. 1736 del 1933 (c.d. legge assegni), la banca negoziatrice chiamata a rispondere del danno derivato — per errore nell’identificazione del legittimo portatore del titolo — dal pagamento dell’assegno bancario, di traenza o circolare, munito di clausola non trasferibilità a persona diversa dall’effettivo beneficiario, è ammessa a provare che l’inadempimento non le è imputabile, per aver essa assolto alla propria obbligazione con la diligenza richiesta dall’art. 1176, comma 2, c.c.

Nel caso di specie, la banca ha dimostrato di avere diligentemente adempiuto all’obbligo di identificazione del portatore dell’assegno depositando la copia della carta d’identità e del codice fiscale esibiti dal portatore dell’assegno presentatosi come effettivo intestatario a richiesta dell’addetto allo sportello che, ictu oculi, non presentavano tracce di evidente contraffazione e non avrebbe potuto essere a conoscenza del fatto che il reale beneficiario fosse una persona diversa, seppure con lo stesso nome, in quanto nessun dato rilevante in questo senso emergeva dal titolo.

Di cosa si parla in questo articolo

WEBINAR / 15 giugno
Credito revolving: nuovi orientamenti Banca d’Italia e impatti operativi
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 26/05

WEBINAR / 8 giugno
Attuazione Quick Fix MiFID 2


Le nuove modalità di informativa ai clienti

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 10/05
Iscriviti alla nostra Newsletter