Pubblica amministrazione
25/06/2019

Debiti commerciali residui: nuovi termini per la comunicazione dei dati dalle PA

La Ragioneria Generale dello Stato ha pubblicato una Circolare del 19 giugno 2019, n. 20, finalizzata ad ottenere la collaborazione delle Ragionerie Territoriali dello Stato e degli Uffici Centrali del Bilancio per l’inserimento dei dati relativi all’importo complessivo dello stock di debito commerciale residuo scaduto al 31 dicembre 2018 da parte delle Amministrazioni/Enti nella Piattaforma dei Crediti Commerciali (PCC), così come previsto dall’Art. 1, comma 867, della legge 30 dicembre 2018 n. 145.

In particolare, la scadenza di tali comunicazioni era prevista per il 30 aprile 2019 ma, la Ragioneria Generale dello Stato ha rilevato come un notevole numero di Amministrazioni/Enti non abbia ancora provveduto ad inserire i dati nell’apposita sezione della PCC.

Pertanto, i soggetti interessati sono stati invitati ad inviare entro il nuovo termine del 30 giugno 2019 l’importo complessivo dello stock del debito commerciale scaduto e non pagato e a specificare:

  • l’ammontare della quota di stock di debito che riguarda le fatture emesse nell’esercizio 2018;
  • le principali motivazioni che hanno determinato l’accumulo del debito.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.