Interventi normativi
26/03/2015

Decreto Banche Popolari: il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 15 alla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015 la Legge 24 marzo 2015, n. 33, di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 gennaio 2015, n. 3, recante misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti (c.d. Decreto Banche Popolari).

Il decreto così come convertito in legge entra in vigore a partire dal 26 marzo 2015.

Il decreto si compone così dei seguenti articoli: 1. Banche popolari; 2. Norme sul trasferimento dei servizi di pagamento connessi al rapporto di conto di pagamento; 2 bis Attuazione dell’articolo 11 della direttiva 2014/92/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 luglio 2014, in materia di agevolazione dell’apertura di un conto transfrontaliero da parte dei consumatori; 3. Esercizio del credito a supporto delle esportazioni e dell’internazionalizzazione dell’economia italiana da parte della Cassa depositi e prestiti Spa; 4. Piccole e medie imprese innovative; 5. Modifiche alla tassazione dei redditi derivanti dai beni immateriali; 6. Prestito indiretto per investitori istituzionali esteri; 7. Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese; 7 bis. Garanzia dello Stato per le imprese in amministrazione straordinaria; 8. Ricorso facoltativo alla provvista CDP per banche e intermediari finanziari che erogano finanziamenti alle PMI; 8 bis. Potenziamento del Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese; 8 ter. Modifica all’articolo 2-bis del decreto-legge 5 gennaio 2015, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 marzo 2015, n. 20, in materia di garanzie in favore delle imprese fornitrici di società che gestiscono almeno uno stabilimento industriale di interesse strategico nazionale sottoposte ad amministrazione straordinaria ; 9. Entrata in vigore.

Contestualmente è stato pubblicato il testo del decreto-legge 24 gennaio 2015, n. 3 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 19 del 24 gennaio 2015), coordinato con la suddetta legge di conversione 24 marzo 2015, n. 33.

Il testo coordinato è redatto dal Ministero della giustizia al solo fine di facilitare la lettura sia delle disposizioni del decreto-legge, integrate con le modifiche apportate dalla legge di conversione, che di quelle richiamate nel decreto, trascritte nelle note. Restano invariati il valore e l’efficacia dei singoli atti legislativi riportati.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.