Finanza
01/12/2011

Operatività OPTES: nuovo sistema di gestione della liquidità giacente

Con comunicato di ieri, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto l’avvio del nuovo sistema di gestione della liquidità giacente sul Conto Disponibilità detenuto dal Tesoro presso la Banca d’Italia.

Il sistema rientra nella nuova operatività OPTES (Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze n. 25391 del 25 ottobre 2011), la quale prevede lo svolgimento di un’asta mattutina e di un’eventuale asta pomeridiana, gestite dalla Banca d’Italia, con le quali il Tesoro potrà impiegare o raccogliere la liquidità sul mercato monetario per ammontari anche rilevanti.

Come si legge nel comunicato del MEF, le operazioni avranno, di norma, durata overnight e, nel caso di impiego, prevedono l’attribuzione di un limite di credito a ciascuna controparte. La liquidità potrà inoltre essere movimentata attraverso negoziazioni bilaterali, svolte dalla Banca d’Italia per conto del Tesoro o direttamente da quest’ultimo.

Per quanto attiene gli aspetti tecnici, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di ieri (GU n. 279 del 30-11-2011 ), il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28 novembre 2011, con il quale sono state definite le modalità di svolgimento delle operazioni per la movimentazione della liquidità depositata sul conto disponibilità del Tesoro per il servizio di tesoreria e sui conti ad esso assimilabili.

Sono ammesse alle operazioni in qualità di controparti: Banca Monte dei Paschi di Siena; Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.; Barclays Bank PLC; Commerzbank AG; Crédit Agricole C.I.B.; Credit Suisse Securities Europe Limited; ING Bank N.V.; Intesa San Paolo S.p.A.; JPMorgan Chase Bank N.A.; Morgan Stanley & Co. International PLC; Royal Bank of Scotland PLC; Société Générale SA; UBS Limited; UniCredit S.p.A. Sono inoltre ammesse a partecipare alle operazioni svolte mediante negoziazione bilaterale le istituzioni o enti pubblici che gestiscono la liquidità degli Stati Membri dell’Unione Europea e le entità costituite nell’ambito degli interventi finalizzati alla salvaguardia della stabilità dell’Area dell’Euro, a cui abbia aderito la Repubblica Italiana.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.