Finanza
19/07/2021

L’industria del post-trading: l’analisi di Consob

La Consob ha pubblicato un discussion paper dal titolo “L’industria del post-trading”.

Il lavoro fornisce un’analisi dell’industria del post-trading, intesa in senso ampio come l’industria in cui sono scambiati servizi di post-negoziazione e di amministrazione, in particolar modo in relazione agli strumenti finanziari, ma anche con riferimento alle valute.

Da un punto di vista istituzionale, sebbene il lavoro si focalizzi su depositari centrali e controparti centrali, sono oggetto di analisi altresì, seppure con livelli diversi di approfondimento, i sistemi di regolamento, i sistemi di pagamento, la CLS Bank International, che rappresenta un unicum nel panorama internazionale, e i trade repository. Un capitolo è dedicato al mercato dei derivati OTC.

Il contesto istituzionale di riferimento è, in primo luogo, quello europeo. La cornice normativa di riferimento è data, in primo luogo, dal Regolamento (UE) n. 909/2014 (“CSDR”, con riferimento ai depositari centrali) e dal Regolamento (UE) n. 648/2012 (“EMIR”, per quanto concerne le controparti centrali e i contratti derivati OTC), in secondo luogo dal processo di riforma del mercato dei derivati negoziati al di fuori di un mercato organizzato (“derivati OTC”) promosso dai Paesi del Gruppo dei 20 (“G20”).

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.