Attualità
21/07/2020

Covid-19: dal MEF l’analisi economico fiscale delle misure d’urgenza adottate dal Governo

Il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato due note di analisi con le prime evidenze distributive delle misure adottate dal Governo nei provvedimenti di urgenza per far fronte alla crisi Covid-19.

In particolare, la nota tematica n. 1 “Impatto del Covid-19 sulla disuguaglianza dei redditi” quantifica l’impatto del lockdown e delle misure compensative adottate sui redditi degli individui e delle famiglie sulla base del decreto “Cura Italia” DL 18/2020.

Nello specifico, confronta i redditi di individui e famiglie e la loro distribuzione in tre scenari: i) lo scenario di base, che si sarebbe osservato in assenza di emergenza sanitaria; ii) lo scenario controfattuale, che si sarebbe osservato qualora lo Stato non fosse intervenuto in seguito all’emergenza sanitaria; iii) lo scenario reale, in cui si osservano le conseguenze dell’emergenza sanitaria mitigate dall’ intervento dello Stato. In particolare, il lavoro considera, tra le misure proposte dal decreto, la Cassa Integrazione Guadagni (CIG) per i lavoratori dipendenti e il bonus di 600 euro per i lavoratori autonomi, per i mesi di marzo e aprile.

La nota tematica n. 2 “Analisi distributiva delle misure del DL Rilancio (DL 19 maggio 2020, n.34)” presenta i risultati dell’analisi distributiva delle principali misure a sostegno delle imprese contenute nel DL Rilancio.

Formano in particolare oggetto di questa seconda analisi: la cancellazione del versamento del saldo relativo all’anno d’imposta 2019 e del primo acconto dell’anno d’imposta 2020 relativi all’IRAP (Art. 24); il contributo a fondo perduto (Art. 25); il credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda (Art. 28)

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.